Nella categoria | Tiro da caccia

A NERINA AURELI CON OFFLEAD L’ORO DEL 1° CAMPIONATO ITALIANO RETRIEVER DUMMY TRIAL

Postato il 23 Aprile 2012 da lddc

In un clima molto british, caratterizzato da nebbia, pioggia e anche da un freddo inusuale per un aprile ormai inoltrato, si è corso sugli incantevoli terreni di Collacchioni il 1° Campionato Italiano “Dummy Trial” per conduttori di cani delle razze da riporto.
Questa prima manifestazione, nella quale la Fidasc ha creduto con grande convinzione ed entusiasmo, ha permesso alla cinofilia federale di fare un ulteriore, importante passo verso una sempre maggiore notorietà anche per una specialità cinofila che fino ad oggi -nonostante le sue evidenti e suggestive radici venatorie- era rimasta relegata in una sorta di nicchia tanto esclusiva quanto misconosciuta al grande pubblico.
Quest’anno, dopo le prime fortunate esperienze dimostrative di Exa e di SportsDays di Rimini, i conduttori dei cani delle razze retriever con i loro meravigliosi esemplari, hanno potuto dimostrare anche tutti gli appassionanti aspetti agonistici della loro affascinante attività di addestramento e conduzione.
“La Fidasc - ha detto il presidente Buglione nel corso della cerimonia conclusiva della manifestazione aretina - ha investito molto in questo esperimento; sia in termini di risorse umane che sotto l’aspetto economico. Un investimento che l’intero Consiglio Federale vuole considerare non di brevissimo ma neanche di lungo termine, nella certezza che, con il supporto autorevole e concreto dell’ENCI e dei vari Club, sia possibile compiere quanto prima il salto di qualità e di notorietà verso quella platea internazionale in cui gli atleti Fidasc recitano stabilmente un ruolo da protagonisti e che i conduttori di retriever meritano in pieno”.
Alla 1^ edizione del Campionato Italiano hanno partecipato 12 finalisti provenienti da 7 regioni: Calabria, Emilia Romagna, Lazio, Lombardia, Sicilia e Umbria, che si sono serviti di ben 20 eccezionali esemplari delle razze da riporto: Labrador e Golden Retriever, Flat-Coated Retriever, Chesapeake Bay Retriever, il Curly Coated Retriever e il Nova Scotia Duck Tolling Retriever. La perfetta riuscita della manifestazione, caratterizzata da impensabili e complessi aspetti organizzativi, è stata garantita dal grande lavoro compiuto da un vero e proprio plotone di persone che hanno sfruttato appieno le enormi potenzialità ambientali e paesaggistiche di Collacchioni che, stavolta, non ha avuto la necessità di “scomodare” nemmeno un po’ la sua ricchissima fauna in quanto per la specialità del Dummy Trials si utilizzano soltanto i “riportini” o “fintelli”, che simulano la selvaggina abbattuta da recuperare (a comando!) consegnandola delicatamente al conduttore.
Ai tre giudici, Giuseppe Masia (presidente del Retrievers Club Italiano), Mrs Heike Klieber (Vice Presidente della Commissione Retriever del FCI) e Mr. Ralph Klieber, si sono affiancati infatti Carmela Di Nardo, in qualità di responsabile di prova e quattro assistenti del Club: Dino Molinari, Stefano Piva, Susan Street e Salvatore Zappavigna. Invece, a fornire tutto il multiforme supporto logistico, che prevede “fucilieri” (che utilizzano ovviamente solo cartucce a salve), lanciatori di “dummy” e accompagnatori dotati di mezzi fuoristrada, ci ha pensato la struttura della Zona federale di Collacchioni, che ha messo in campo 2 guardie venatorie (Leo Bellanti e Giovanni Occhini) e ben 10 assistenti (Valentino Boninsegni, Marco Carretti, Cesare Coradeschi, Maurizio Coradeschi, Luciano Frascarelli, Giovanni Giusti, Ivo Pulcinelli, Federico Sinatti, Carlo e Nico Tizi).
Come previsto dal nuovissimo regolamento, appositamente predisposto dalla Commissione Cinofila coordinata dal Vice Presidente Vicario Domenico Coradeschi, la giornata di sabato è servita da eliminatoria, mentre la domenica si sono dati battaglia i conduttori dei dieci cani finalisti appartenenti a due distinte categorie, A e B, la seconda delle quali riservata ai soggetti che in carriera non hanno mai ottenuto un “Ecc” in classe open in Field Trial in Italia.
Al termine della combattutissima finale, che prevedeva anche riporti dall’acqua, i giudici hanno stilato la seguente classifica:
Categoria A
1° Nerina Aureli con Offlead - labrador retrive
2° Angelo Zoccali con Falkland Of Dukefield - labrador retriever
3° Chiara Berzacola con Fame Of Dukefield - labrador retriever
nc Angelo Zoccali con White Buffalo Black Foot - labrador retriever
Categoria B
1° Simona Militenda con Kara - labrador retriever
2° Mauro Ghermandi con Rocco - labrador retriever
3° Cristiano Arcostanzo con Bassora - golden retriever
4° Giordano Dall’Acqua con Rusty - labrador retriever
5° Giordano Dall’Acqua con Yago - labrador retriever
Categoria a Squadre
1° Angelo Zoccali con Falkland Of Dukefield, Chiara Berzacola con Fame Of Dukefield, Nerina Aureli con Offlead.
2° Cristiano Arcostanzo con Bassora, Simona Militenda con Kara, Giordano Dall’Acqua con Yago
3° Cinzia Sgorbati con Dolphingham Dionilla, Tanja Grygar con Haredale Orenda, Giuseppe Mutti con Royal Silk Hot Black Coffee

Tags |

Gli Italiani e la Caccia 2013
Franchi Feeling Beccaccia
Vademecum Sicurezza Caccia - Free PDF download
Beretta
Nature Show
ShotHunt
Game Fair
Franchi Feeling Gamma
FIDC: SICURO DI ESSERE SICURO?
il cananale della dea su twitter
I Cacciatori Italiani e la Caccia
Gli Italiani e la Caccia
Pescasport - Arco - periodici Greentime