TOP-MENU

ALL'EOS SHOW

EOS SHOW ’24 GIÀ OLTRE QUOTA 30 MILA

18 febbraio 2024 – Gli espositori manifestano gradimento per EOS Show e il pubblico è soddisfatto. Oggi sono stati 13.648 gli ingressi: ben distribuiti per tutta la giornata.

Grande affluenza di pubblico anche allo stand Shimano per la prima volta presente a EOS: «Siamo estremamente contenti e anche sorpresi. Alla mattina i pescatori e tanti giovani, tutti molto competenti, al pomeriggio sono arrivati anche i cacciatori che vanno a pesca», spiega Raffaele Mascaro, marketing manager e direttore vendite. «EOS è la fiera del futuro», secondo Claudia Brunella di Clan. «Tutto è andato oltre le aspettative. Qui sembra che la crisi non ci sia…». Entusiasmo alle stelle per Markus Pfitscher di Go fish: «Per noi questa è la fiera più importante d’Italia e ne giriamo tante da 15 anni. Pubblico competente e molti nuovi clienti, periodo perfetto, felice il connubio con i costruttori di mosche artificiali, visto che noi vendiamo i componenti». Roberto Trabucco, titolare dell’azienda che porta il suo nome, manifesta soddisfazione per il marchio Loomis & Franklin: «La pesca a mosca è una nicchia qui molto ben rappresentata: purtroppo i pescatori italiani devono rivolgersi ad altri Paesi a causa dei tanti divieti sul nostro territorio. Nonostante la vicinanza di altri eventi, a EOS ’24 ho rilevato un buon incremento di visite».

La regione Friuli-Venezia Giulia sembra intenzionata a investire sulla pesca: ne è prova la presentazione di nuove proposte dedicate agli appassionati delle sue belle acque interne “tra le Dolomiti friulane e le Alpi carniche”, realizzata in collaborazione con Promoturismo FVG.

A EOS ’24, tante novità, alcune delle quali in anteprima mondiale: come Sauer 505, la nuova bolt-action per caccia, con cursore di armamento e otturatore particolarmente scorrevole, in 19 calibri differenti, con la possibilità di scegliere allestimenti di calciatura e finiture. «Tanta curiosità dei cacciatori che sono arrivati qui proprio per vedere la carabina. EOS è il posto giusto dove essere», dice Peter Unterholzner di Blaser Italia che distribuisce Sauer.

La domenica di EOS è “targata” Assoarmieri, nel senso che l’Associazione che aderisce alla Confcommercio ha distribuito le targhe dell’award in collaborazione con il mensile Ami e Tiro che premia i migliori prodotti selezionati dal pubblico in 21 categorie. Il migliore abbigliamento tecnico caccia e tiro è Beretta, la migliore calzatura da caccia è Crispi. Per quanto riguarda le armi, premiate la carabina aria compressa Diana 54 Laminated, le carabine Browning Bar 4X Elite e Benelli Lupo Hpr, la pistol caliber carbine Beretta Pmx-s e il lever action Winchester 1886 Deluxe, i fucili Benelli M2 Black, Fabarm Stf 12, Perazzi High tech 2020 e Benelli M2 Speed, tutti calibro 12. Per le armi corte, Beretta Apx A1, Tanfoglio Stock 1 green, Colt Python. Le munizioni Fiocchi Black Mamba, Baschieri & Pellagri Privilege game 34 e Fiocchi Epn. Miglior ottica di puntamento Zeiss V8 Rs 2,8-20×56, miglior ottica da osservazione Swarovski El Range 8×42, miglior ottica per visione digitale Leica Calonox 2 Sight Lrf, miglior prodotto per la cura e la pulizia delle armi Ballistol. Il pubblico ha scelto la veronese Dal Pozzo come armeria di fiducia. Assoarmieri ha organizzato anche il convegno giuridico “Il principio della legalità: prospettive future e tutela nella detenzione di armi e munizioni”, con l’avvocato Antonio Bana, presidente di Assoarmieri in veste di moderatore, Ruggero Pettinelli, giornalista esperto in materia giuridica armiera, Fulvio Cenci, consulente di Assoarmieri, Ugo Ruffolo, docente universitario di Diritto civile.

La gara di Carabina a 10 metri dell’EOS Trophy dell’Unione italiana Tiro a segno ha visto la vittoria di Gabriele Biondi del Tsn Firenze su Anna Schiavon di Verona e Federica Donetti di Novi Ligure (AL) e, per quanto riguarda gli atleti paralimpici, Pamela Novaglio del Tsn di Gardone Val Trompia (BS), ha superato Gianmarco Panizzo di Treviso e Simone De Nittis di Spoleto (PG). Nella gare di Pistola a 10 metri di ieri, Alfio Giubbilei del Tsn di Fucecchio si è classificato primo davanti ad Alice Bruno di Treviso e a Giulia Campostrini di Verona, mentre tra i paralimpici, Marco Pusinich del Tsn Vicenza ha sconfitto Catia Scanferla di Padova e Tuoro Gianfranco di Ponte San Pietro (BG). Oltre 100 i tiratori impegnati nella due giorni di gara con nuovissima formula “Fuori uno” a eliminazione diretta dopo la qualificazione e 30 colpi.

Le foto presenti su La Dea della Caccia sono in parte prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione potranno segnalarlo alla redazione - info@ladeadellacaccia.it - che provvederá prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.