TOP-MENU

ALL'EOS SHOW

EOS SHOW ’24: LA CARNE SELVATICA CHE DIVENTA GOURMET, IL TIRO IN TUTTE LE SUE FORME, LA PESCA A MOSCA DIVULGATA

Sfide di showcooking tra chef stellati nell’evento “Carne selvatica, cucina gourmet”, aperto a tutti, con la possibilità di degustare al top la carne selvatica di selvaggina.
EOS Trophy è la nuova gara di tiro ad aria compressa organizzata dall’Uits in un megastand con 20 linee di tiro. E c’è la possibilità di provare tutte le discipline di tiro del momento…
Tantissima pesca a mosca nell’imperdibile padiglione 9

Mancano davvero pochi giorni all’inaugurazione di EOS-European Outdoor show, la manifestazione fieristica dei settori caccia-tiro-outdoor e pesca-nautica che prende il via sabato 17 febbraio e prosegue fino a lunedì 19 a Veronafiere. Il calendario degli eventi e delle manifestazioni a corredo è completo e ricchissimo: sono oltre 40, tra presentazioni di prodotto, premiazioni, occasioni di arricchimento culturale, corsi, convegni e dibattiti.

EOS show, per il suo ruolo trainante nel settore in Italia, si fa interprete dell’importanza della filiera di selvaggina, promuovendo l’evento denominato “Carne selvatica, cucina gourmet”, in partnership con Franchi e Fondazione UNA, in uno spazio apposito al padiglione 10, in cui ospitare un mix di spettacoli di showcooking, con degustazioni e assaggi a base di carne di selvaggina e moduli di informazione e intrattenimento per il pubblico, nelle giornate di sabato 17 e domenica 18 febbraio 2024. Si comincia alle 10,30 di sabato con lo chef Stefano Marinucci che offrirà spunti creativi, lavorazioni e suggerimenti di abbinamento. Alle 12, dopo l’inaugurazione della fiera, a Marinucci si affianca il “padre” della cucina di selvaggina in Italia, lo chef Igles Corelli. Marinucci preparerà un risotto verde con salsiccia di cinghiale e crema di gelato di toma di montagna, Corelli il suo famoso “Il capriolo si fa tonno”, carré di capriolo marinato in salsa di soia e miele, erbe selvatiche di campo. Ancora sabato, sarà poi la volta di Renata Briano, presidente del Comitato scientifico di Fondazione UNA e della chef Anita Stogbuchner. Nei successivi interventi di sabato e per tutta la domenica ci sarà tutto il tempo di rimarcare il ruolo ecologico del cacciatore e la sostenibilità della caccia con la partecipazione, tra gli altri, anche di Giacomo dell’Aglio e Tommaso Picollo, del ristorante “Locanda del Daino”, Luigi Martini dell’Agriturismo “Le Frise” e Davide Moles del Rifugio “Malga Stain”.

L’Olimpiade di Parigi è alle porte e il padiglione 12, oltre all’Arena EOS con una fitta serie di eventi (elenco scaricabile dal sito www.eos-show.com), offrirà ai visitatori l’esperienza diretta delle discipline sportive del tiro, grazie alle aree interattive gestite dalla Federazione italiana Tiro dinamico sportivo e dalla Federazione italiana discipline con armi sportive da caccia. Ma il clou del tiro è rappresentato senz’altro dagli oltre 800 mq dello stand dell’Unione italiana Tiro a segno, all’interno del quale gli appassionati potranno provare l’emozione del tiro su simulatori. Potranno anche assistere all’EOS Trophy, una gara di pistola e carabina ad aria compressa, sabato 17 e domenica 18 febbraio, sulle venti linee di tiro allestite per l’occasione. Una gara non convenzionale aperta a tutti i tesserati che prevede, dopo la sessione eliminatoria, una fase finale molto spettacolare a eliminazione diretta con la formula del “Fuori Uno”: a ogni colpo viene eliminato il tiratore con il punteggio più basso.

Anche quest’anno le armi si possono provare al celebre Trap Concaverde di Lonato (BS), a soli 30 minuti da Veronafiere, che eccezionalmente per EOS si è dotato di linee dedicate alle armi rigate e alle pistole. Servizio di navetta ogni 30 minuti dall’ingresso di EOS, sabato e domenica dalle 9,30 alle 16,30.
Alle 10 di domenica 18 febbraio Federcaccia tratta un tema di attualità nel convegno “Calendari venatori: l’importanza degli studi scientifici”. Sempre domenica, alle ore 14 e sempre presso l’EOS Arena del padiglione 12 di Veronafiere, Assoarmieri organizza il convegno giuridico “Il principio della legalità: prospettive future e tutela nella detenzione di armi e munizioni”. A seguire, premiazione dell’Assoarmieri award.

Per la pesca EOS è una vera festa di tecnica e intrattenimento che, tramite congressi, ospiti internazionali e iniziative speciali regala un bellissimo viaggio intorno a questa passione. Da segnalare, sabato 17 febbraio, alle 14 nella Fishing Arena del padiglione 9, la presentazione dei corsi di aggiornamento della Associazione italiana Guide professionali di pesca (AIGUPP). A seguire, alle 15, la premiazione dei campioni italiani 2023 Black bass Major League fishing. Alle 11 di domenica, focus sul prodotto pesca in Friuli-Venezia Giulia, a cura dell’Ente tutela pesca e Promoturismo della regione. Alle 14 ancora l’AIGUPP allestisce il convegno proprio sulla figura della guida di pesca in Italia.

Le due casting pool della lunghezza di 20 e 30 metri permetteranno ai partecipanti di toccare e provare le nuove attrezzature presentate dai più importanti brand del settore.

Per tutte le informazioni, sul sito www.eos-show.com è anche attivo un servizio di chat istantanea.

Le foto presenti su La Dea della Caccia sono in parte prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione potranno segnalarlo alla redazione - info@ladeadellacaccia.it - che provvederá prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.