TOP-MENU

Foto di gruppo

FEDERCACCIA TOSCANA UCT: UN NUOVO UFFICIO DI PRESIDENZA GIOVANE PER OBIETTIVI AMBIZIOSI

Si sono tenuti sabato 13 aprile a Firenze i lavori dell’Assemblea e del Consiglio regionale di Federcaccia Toscana UCT, coordinati nell’occasione – in qualità di Presidente dell’Assemblea – dal Presidente Provinciale di Firenze Simone Tofani. Dopo i dovuti adempimenti statutari e l’approvazione del bilancio tenutasi nella prima parte della mattinata, i lavori sono entrati nel vivo con i rinnovi degli organismi dirigenti che dovranno governare l’Associazione nei prossimi cinque anni.

Il Presidente Regionale uscente Marco Salvadori è stato nuovamente confermato all’unanimità dal Consiglio regionale per ricoprire questo ruolo anche per il prossimo quinquennio, forti dei risultati raggiunti e degli ambiziosi obiettivi prefissati. Il primo atto da neo eletto del Presidente Salvadori è stato quello di nominare il nuovo ufficio di presidenza della Federcaccia Toscana UCT, composto dai due Vice Presidenti regionali Avv. Alfonso Papa – già Presidente Provinciale di Pisa – e Franco Biagini – già Presidente Provinciale di Pistoia – assieme alla Segretaria Dott.ssa Elisa Mazzei e dagli altri due componenti, il Dott. Francesco Rustici e l’Ing. Alfonso Lenzoni.

Particolarmente significativa in questo senso è l’età anagrafica dei componenti dell’Ufficio voluti dal Presidente Salvadori, che per metà dello stesso è compresa tra i trenta e i quarant’anni. Una Presidenza giovane, competente e preparata, per affrontare al meglio le prossime sfide che – come rappresentanti maggioritari della compagine venatoria toscana – ci aspettano nel prossimo periodo.

Nel corso del suo articolato intervento il Presidente Salvadori ha ripercorso i punti salienti degli ultimi cinque anni di mandato senza mancare di volgere lo sguardo al futuro e ai prossimi e fondamentali obiettivi. Siamo partiti dalla Conferenza Regionale di Braccagni con l’approvazione della nuova legge regionale sulla caccia, passando dall’emergenza sanitaria legata al Covid, arrivando a un nuovo e produttivo rapporto con il mondo istituzionale toscano. Dall’evoluzione della CCT in FIDC-UCT alla realizzazione e promozione di convegni e iniziative sulle principali tematiche inerenti la caccia in Toscana fino ad arrivare alla progettualità necessaria all’approvazione del nuovo Piano faunistico venatorio regionale; tutto questo passando dal rilancio del rapporto con il mondo agricolo regionale e la gestione dell’emergenza legata alla PSA.

Un intervento a tutto tondo  che racchiude l’essenza dei lavori della mattinata, per un’Associazione mai statica, che guarda al futuro non con rassegnazione, ma con speranza e propositività.

,

Le foto presenti su La Dea della Caccia sono in parte prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione potranno segnalarlo alla redazione - info@ladeadellacaccia.it - che provvederá prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.