TOP-MENU

Fauna selvatica

FOCUS A “CACCIA, PESCA, NATURA”: TRA PESTE SUINA E INTELLIGENZA ARTIFICIALE: COME CAMBIANO IL CENSIMENTO E LA GESTIONE DEGLI UNGULATI

La tecnologia cambia il mondo della gestione faunistica. La “rivoluzione” sarà presentata a “Caccia, pesca, natura”, fiera nazionale dei prodotti e dei servizi per le attività venatorie, alieutiche e dell’outdoor, di scena a Longarone Fiere Dolomiti dal 12 al 14 aprile (venerdì con orario 14.30-19, sabato e domenica 9-19).

Si parte dai censimenti della fauna selvatica, che possono contare su nuove tecniche. In particolare sull’utilizzo di fototrappole, termocamere e droni, per tratteggiare un quadro molto più preciso delle popolazioni di ungulati presenti in un determinato territorio. L’ente Provincia di Belluno, insieme alla Regione del Veneto, ha avviato un progetto sperimentale sul capriolo che sarà presentato in un convegno, sabato 13 aprile, alle 9.45, al Centro Congressi. Sotto la lente proprio “The European Observatory of Wildlife”, progetto per tastare non solo la presenza di fauna e la consistenza di una popolazione di animali, ma anche lo stato di salute.

Nello stesso convegno verrà posta particolare attenzione anche al tema della peste suina africana e alla gestione del cinghiale, specie diffusasi ormai anche in tutta la montagna bellunese e soggetta al rischio sanitario se non adeguatamente controllata. La Regione Veneto ha avviato un Piano regionale di interventi urgenti proprio per il controllo del cinghiale e presenterà la situazione in provincia di Belluno. Anche con una prospettiva di valorizzazione derivante dai piani di controllo, dato che i cinghiali possono diventare una risorsa se inseriti nella filiera della lavorazione delle carni.

“Caccia, pesca, natura 2024” metterà sotto i riflettori anche il tema del cambiamento climatico, in un corso aperto a tutti e dedicato principalmente ai professionisti dell’informazione, organizzato dal Sindacato Giornalisti Veneto, Assostampa Belluno e da Provincia di Belluno e Regione del Veneto. “Climate change, natura e giornalismo accurato: come cambia la fauna selvatica delle Dolomiti e come si adatta la gestione faunistico-venatoria” è il titolo dell’incontro, in programma venerdì 12 alle 15 al Centro Congressi. Relatore d’eccezione il climatologo Luca Mercalli, volto televisivo e ospite di diverse trasmissioni nazionali.

Per tutta la durata di “Caccia, pesca, natura” sarà attiva la Festa del cacciatore, giunta ormai alla 27. edizione. Nel padiglione E troverà spazio l’esposizione dei trofei della stagione venatoria 2023-2024, oltre agli stand gastronomici che proporranno i piatti tipici della tradizione bellunese.

Le foto presenti su La Dea della Caccia sono in parte prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione potranno segnalarlo alla redazione - info@ladeadellacaccia.it - che provvederá prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.