TOP-MENU

Assemblea FIdC Brescia

GIACOMO LANZINI ELETTO PRESIDENTE DELLA SEZIONE PROVINCIALE DI FEDERCACCIA BRESCIA

L’Assemblea dei presidenti delle sezioni comunali di Federcaccia Brescia tenutasi domenica scorsa, 14 aprile, presso il ristorante Forchettone di San Zeno Naviglio è stata una bellissima festa. Almeno 180 i partecipanti in rappresentanza delle oltre 200 sezioni comunali della nostra provincia che hanno anche votato il nuovo Consiglio Provinciale composto da 25 persone che hanno eletto il nostro nuovo Presidente Provinciale: Giacomo Lanzini. Dopo la relazione del presidente uscente Marco Bruni, apprezzata da tutti gli astanti, sono stati approvati i bilanci ed è poi stato dato spazio agli ospiti. Erano infatti presenti il Vice-presidente nazionale dott. Mauro Cavallari, il Presidente Regionale avv. Lorenzo Bertacchi, il presidente dell’VIII Commissione Agricoltura e Territorio di Regione Lombardia Floriano Massardi, l’onorevole Francesco Bruzzone e il sindaco di San Zeno, padrone di casa e da sempre federcacciatore, Marco Ferretti. Cavallari ha illustrato ai presidenti comunali, spina dorsale della nostra associazione e tramite l’Assemblea organo sovrano di Federcaccia, il lavoro svolto nei 5 anni passati, dalla razionalizzazione delle risorse, l’incremento degli stanziamenti per la ricerca scientifica, l’incremento organizzativo e l’acquisto della nuova sede a Roma.

L’avv. Bertacchi ha invece fatto il punto sul Piano Faunistico Regionale, sui timori per l’imminente parere di Ispra sulla bozza di calendari inviata da Regione Lombardia e sulla spinosa questione dei valichi montani, definitivamente chiusi anche dal Consiglio di Stato.

È toccato poi a Floriano Massardi, presente all’assemblea con il duplice ruolo di presidente della sezione di Vallio Terme e di rappresentante istituzionale che ha chiarito alcuni passaggi in merito all’iter della legge sugli anellini, sulla Banca Dati dei richiami vivi e sulle previsioni di attuazione di questa delicata partita. Massardi ha poi illustrato altre iniziative prese a partire dalla raccolta di firme tra i colleghi consiglieri regionali per sollecitare i ministri Picchetto Frattin e Lollobrigida affinché Ispra torni ad essere un Ente a servizio delle Istituzioni e non dell’ideologia anticaccia.

L’onorevole Francesco Bruzzone ha illustrato poi i contenuti della propria proposta di legge di modifica della 157/92, la norma italiana che regolamenta l’attività venatoria: calendari venatori approvati con legge della dura di 5 anni, abolizione delle forme di caccia, validità su tutto il territorio nazionale delle abilitazioni specialistiche per esempio per la caccia agli ungulati ed altro.

Infine, il sindaco Ferretti si è detto orgoglioso che fosse stato scelto San Zeno Naviglio per ospitare l’assemblea della sua associazione e ha rimarcato l’importanza per il rinnovamento dei quadri dirigenti di Federcaccia Brescia.

Al termine dei lavori e delle operazioni di scrutinio è seguito un pranzo cui hanno partecipato i presidenti nel segno dell’amicizia e della voglia di stare insieme.

,

Le foto presenti su La Dea della Caccia sono in parte prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione potranno segnalarlo alla redazione - info@ladeadellacaccia.it - che provvederá prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.