TOP-MENU

Trofei cervo

IL CIC E IL PROGETTO CERVO SARDO

La monografia sul Cervo Sardo licenziata dagli autori Nicolò Amosso ed Enzo Berzieri, STJ e CIC Expert e membri dell’Accademia Bimetrica Faunistica Italiana è stata presentata ai Membri della Delegazione Italiana del CIC in occasione dell’Assemblea tenutasi all’hotel Colombo di Milano.

L’opera riprende l’interesse della Delegazione per la pubblicazione di opere divulgative anche con una forte componente scientifica per far conoscere gli aspetti più sconosciuti della Penisola.

In questa ottica vanno citati il lavoro dell’avvocato Michele Popper autore di un prezioso introvabile libretto sui più originali musei dedicati alla fauna selvatica in Italia edito dalla Delegazione nel 2011 ed il recentissimo Guida Pratica sulla valutazione avanzata dei trofei diventato un testo adottato internazionalmente in lingua inglese ma che è in procinto di essere tradotto anche in altre lingue madri europee.

Dopo una monografia, mai stampata, sul Camoscio Appenninico firmata dal CCM ing. Giorgio Boscarol, rimanevano altri interessantissimi endemismi italiani in primis il Cervo Sardo.

Come procedere e chi contattare? Il manuale dell’avvocato Popper indica chiaramente il Museo del Cervo Sardo Settefratelli di Cagliari.

I primi contatti furono presi nel 2019 ma causa Covid ed altri impedimenti solo nel 2022 e grazie all’interessamento della Dottoressa Fassò, sarda di origine piemontese, si accese il semaforo verde.

La spedizione, grazie ai suggerimenti del dr, Stefano Mattioli, assunse subito una connotazione più scientifica di quella pensata inizialmente così i parametri da collezionare non furono solo quelli per dare un punteggio CIC alla collezione museale ma molti altri utilizzando rigorosamente il Trophy Evaluation Sistem: il collaudato e sofisticato sistema di misurazione del CIC.

Nel merito la pubblicazione si compone di due parti: la presentazione della sottospecie firmata dal dr. Stefano Mattioli ed una seconda sull’elaborazione dei dati dei soli 17 reperti integri disponibili nel museo.

Una ricca documentazione fotografica e cartografica mostra il declino e l’attuale progressiva riconquista degli areali un tempo popolati dal Cervo Sardo

Incredibilmente è la prima volta che sono stati raccolti sistematicamente questi dati che ora possono dare un contributo non indifferente alla conoscenza approfondita della sottospecie sarda.

La Delegazione e l’Accademia presenteranno al Board tecnico del CIC previsto a Vilnius nell’agosto 2023 i parametri più appropriati per il punteggio della sottospecie.

La Delegazione Italiana sta valutando di dare alle stampe, nella stessa veste grafica, anche la ricerca sul Camoscio d’Abruzzo e proseguire con le rimanenti specie endemiche italiane per creare una collezione unica nel suo genere.

,

Le foto presenti su La Dea della Caccia sono in parte prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione potranno segnalarlo alla redazione - info@ladeadellacaccia.it - che provvederá prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.