TOP-MENU

1° CAMPIONATO DEL MONDO DI PARA TRAP

1° CAMPIONATO DEL MONDO DI PARA TRAP

Dopo il successo della prima coppa del mondo del settembre 2017 e l’undicesimo campionato nazionale, disputatosi a giugno di quest’anno, il para trap torna a Lonato in veste iridata. Dal 4 al 6 ottobre, sulle linee di tiro internazionali del Trap Concaverde, si disputerà il campionato mondiale di tiro a volo, il primo in assoluto dedicato ai tiratori con disabilità fisiche. Per l’occasione sono attesi più di 100 atleti, tra coloro che si contenderanno il titolo planetario e quelli che gareggeranno per il grand prix internazionale, in rappresentanza di 17 nazioni. Come consuetudine, i partecipanti saranno suddivisi in tre categorie. La prima, “Sitting”, includerà gli atleti su sedia a rotelle. La seconda, “SG-L”, coloro che sparano in piedi con impedimenti agli arti inferiori. La terza, “SG-U”, coloro che sparano in piedi con menomazioni agli arti superiori.

«Il primo campionato mondiale di tiro a volo paralimpico, che ha visto la Federazione Italiana Tiro a Volo in prima linea per il raggiungimento di questo traguardo – ha spiegato Daniele Ghelfi, delegato regionale FITAV e Competition Manager, nel corso della conferenza stampa di presentazione dell’evento – è un segnale di estrema positività e forza per l’intero movimento del tiro sportivo. Questo mondiale è il frutto di un lavoro lungo e complesso, che si è dilungato per anni, durante il quale sono state delineate le regole, le modalità e i principi del para trap, e rappresenta un passaggio fondamentale nel percorso che ha come traguardo massimo l’inserimento di questa disciplina nel programma dei Giochi Paralimpici». «Questo Campionato del Mondo è il risultato del duro lavoro che la Fitav ha fatto nel corso degli ultimi 11 anni- ha sottolineato Luciano Rossi, Presidente Fitav e Vice Presidente della ISSF- Siamo partiti dall’idea che lo sport deve essere accessibile per tutti ed abbiamo fatto in modo di renderlo tale. Lo scorso anno siamo stati scelti dal World Shooting Para Sport, organismo del Comitato Paralimpico Internazionale, come organizzatori della prima Coppa del Mondo di Para Trap e quest’anno per il Primo Mondiale. Un riconoscimento importante per i grandi risultati ottenuti, sia in ambito nazionale sia in ambito internazionale, che certifica ancora una volta il ruolo di leadership della Fitav e la nostra credibilità».

Le delegazioni dei partecipanti, che saranno aiutati negli spostamenti dai volontari di Unitalsi, arriveranno a Lonato il 2 ottobre. Dopo una giornata riservata ai tiri di allenamento, il pomeriggio del 4 ottobre si entrerà nel vivo dell’evento, con la cerimonia d’inaugurazione, alla quale sarà presente anche l’Onorevole Giusy Versace, campionessa paralimpica e conduttrice televisiva. La colonna sonora sarà affidata alla Mini-banda di Lonato. Il primo giorno ufficiale di gara, e di conseguenza i primi 75 piattelli, è già stato fissato per il 5 ottobre, mentre sabato 6, dopo avere sparato ai restanti 50 piattelli di selezione, a partire dalle 15 si disputeranno le finali, che saranno trasmesse in diretta su RAI Sport, e le successive premiazioni. L’intera manifestazione sarà a ingresso libero.

«Organizzare eventi sportivi di cui i protagonisti sono atleti speciali come quelli che si sfideranno durante questo Campionato Mondiale – ha sottolineato Ivan Carella, presidente della struttura ospitante –  ti permette di percepire la vera essenza dello Sport con i suoi principi di disciplina, lealtà, e uguaglianza. Ringrazio tutti gli sponsor, le istituzioni e i tanti amici e sostenitori che ci danno la forza di essere, insieme a loro, tra le maggiori eccellenze italiane nel mondo».

Tra gli eventi che faranno da corollario alla competizione vera e propria, si ricordano la dimostrazione dei cani guida dei Lions, sabato 6 ottobre alle 14 e, lo stesso giorno, alle 12, la tavola rotonda promossa da Beretta dal titolo “Sport paralimpico: esperienze a confronto”. Alla conferenza parteciperanno: Luciano Rossi, presidente FITAV; Franco Gussalli Beretta, presidente della fabbrica d’armi Pietro Beretta spa; Lodovico Camozzi, della Camozzi Group; Luca Pancalli, presidente del Comitato Italiano Paralimpico; Alberto Arenghi, docente dell’Università di Brescia e direttore del Brixia Accessibility Lab; Giovanni Pellielo, 4 volte medagliato olimpico nel trap e Luca Savardi Danesi, presidente di Icaro Sport Disabili. L’incontro sarà moderato dal giornalista del Corriere della Sera Simone Fanti.

«Il tiro a volo ha una peculiarità che pochissimi altri sport possono vantare, – ha ricordato Daniele Bertoni, dirigente della Beretta, azienda che, insieme a Perazzi, sarà lo sponsor principale dell’evento – quella che le performance degli atleti paralimpici sono del tutto analoghe a quelle degli atleti normodotati. Accarezziamo il sogno che, un giorno, un atleta paralimpico possa salire sulla vetta del mondo di questa disciplina, per questo stiamo investendo molto su di loro». «La nostra azienda – ha rammentato Mauro Perazzi, dell’omonima ditta di fucili – è stata la prima ad avere inserito in un’imponente gara internazionale, il tradizionale Gran Mondiale Perazzi, una competizione riservata agli atleti del para trap. Tra i convocati dalle varie nazionali, molti sono i tiratori che useranno un nostro sovrapposto e non vediamo l’ora di vederli in pedana».

Per la cronaca, gli atleti chiamati dal coach Benedetto Barberini a difendere i colori azzurri nel Mondiale di para trap saranno: Oreste LaiDavide Fedrigucci e Omar Redaelli per la categoria SG-S; Francesco NespecaPaolo Bortolin ed Emilio Poli per la classe SG-U; infine Saverio CucitiAlessandro Spagnoli e Raffaele Talamo per quella SG-S. A loro si aggiungeranno molti altri nomi noti del bel tiro tricolore, tra cui Cristian Ciocchi e Mirko Cafaggi, che gareggeranno nel grand prix internazionale.

1° CAMPIONATO DEL MONDO DI PARA TRAP

Cristian Ciocchi (Beretta Paralympic Shooting Team); Daniele Bertoni (Organization Director & Deputy General Manager Beretta); Ivan Carella (Presidente del Trap Concaverde); Daniele Ghelfi (Delegato FITAV Lombardia e competition manager dell’evento) e Roberto Vanaria (Assessore allo Sport del Comune di Lonato)

,

Le foto presenti su La Dea della Caccia sono in parte prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione potranno segnalarlo alla redazione - info@ladeadellacaccia.it - che provvederá prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.