TOP-MENU

lupi

ANCONA, ATTACCO LUPI: REGIONE ACCELERI SU FONDO A SOSTEGNO DEGLI ALLEVATORI

La Regione deve accelerare sull’attivazione di un fondo a sostegno di allevatori per lo smaltimento delle carcasse. Lo sostiene Coldiretti Ancona all’indomani dell’attacco di selvatici subito da un agriturismo di Candia. Ad oggi, nell’ambito delle politiche di convivenza tra allevatori e lupi, la Regione ha previsto diverse misure che ci vedono favorevoli – dicono da Coldiretti – come i fondi per l’acquisto di cani o l’installazione di reti elettriche per difendere le greggi. Restano tuttavia criticità.

“È ormai nota la presenza di lupi nelle vicinanze della costa e dei centri abitati ed è per questo che, nell’ottica di una possibile convivenza con le greggi e le mandrie dei nostri allevatori, abbiamo sollecitato la Regione per l’apertura di bandi che potessero mettere gli imprenditori nella condizione di dotarsi di strumenti di prevenzione adeguati e per l’erogazione degli indennizzi a copertura delle perdite subite dall’attacco predatorio – spiega Maria Letizia Gardoni, presidente di Coldiretti Ancona –  Ad oggi, le criticità più grandi riguardano ancora il riconoscimento economico del danno indiretto e l’assenza di contribuzione per lo smaltimento delle carcasse. È su questi aspetti che stiamo chiedendo massima attenzione e la necessità di accelerare l’iter legislativo”. Ad oggi agli allevatori viene riconosciuto l’indennizzo per i capi sbranati ma non per quelli morti ad esempio, per calca nella fuga o per quelli dispersi. Non si tiene in considerazione, inoltre, la perdita di reddito derivante dal latte per fare i formaggi o la carne da vendere.

,