TOP-MENU

ANIMALISTI: “CACCIATORI SMASCHERATI DAGLI EMENDAMENTI DELLA LEGA”

ANIMALISTI: “CACCIATORI SMASCHERATI DAGLI EMENDAMENTI DELLA LEGA”

La proposta della Lega Nord riguardante dei ‘paletti’ temporali più ampi per la caccia all’avifauna ha scatenato la dura reazione del mondo animalista. “Cade definitivamente la maschera che nascondeva il vero motivo dei reiterati blitz di cui è stata oggetto in questi mesi la legge Comunitaria 2009 – hanno dichiarato le associazioni Amici della Terra, Animalisti italiani, Associazione vittime della caccia, Enpa, Lac, Lav, Legambiente, Lipu, No alla caccia, Vas e Wwf Italia. Secondo gli animalisti, non ci sarebbe nessun sincero proposito di rispondere alle procedure di infrazione europee che chiedono la regolamentazione della caccia per periodi e per specie di uccelli selvatici, “ma solo il gioco scorretto di chi – si legge nella nota congiunta delle associazioni pubblicata su Virgilio.it – non riuscendo a cambiare la legge nazionale dalla “porta” del testo Orsi, ci prova dalla “finestra” della legge Comunitaria”.

Secondo le associazioni animaliste sarebbe finalmente esplicito, con questi emendamenti, ciò che era stato da loro denunciato da tempo: “dietro ai reiterati tentativi di modificare la legge 157/92, attraverso la legge Comunitaria 2009, non c’è alcuna intenzione di rispondere alle procedure di infrazione europee ma solo il tentativo di allungare la stagione di caccia, lanciando messaggi strumentali utili alla campagna elettorale tra i cacciatori”.

La Camera e il Governo, hanno dunque, secondo gli animalisti, “il dovere di bloccare questo vergognoso e dannoso tentativo”, al fine di mettere l’adeguamento italiano “al riparo da blitz e trucchetti vari”.

Arianna Biagi