TOP-MENU

ANNALISA SANTI DI VERONA VINCE IL SECONDO CONCORSO LETTERARIO CACCIA PASSIONE E RICORDI DI FEDERCACCIA FIRENZE

ANNALISA SANTI DI VERONA VINCE IL SECONDO CONCORSO LETTERARIO CACCIA PASSIONE E RICORDI DI FEDERCACCIA FIRENZE

Il 29 gennaio, nella splendida cornice della Zona Aromatica Protetta, a due passi dal Duomo di Firenze e dal Campanile di Giotto, alla presenza di oltre 80 persone, fra autori, soci e appassionati, si è svolta la premiazione del secondo concorso di narrativa venatoria organizzato da Federcaccia Firenze.

Il Presidente, Simone Tofani, nella relazione introduttiva ha spiegato le motivazioni che hanno portato il Consiglio Direttivo della Associazione, su proposta della Commissione Cultura, a bandire, dopo il successo del primo, anche il secondo concorso: ” stiamo cercando- ha detto- di esportare la cultura, la tradizione e la conoscenza venatoria fuori dai nostri circoli ristretti per farla conoscere ed apprezzare anche a chi non è cacciatore e le numerose opere arrivate ci fanno capire che siamo sulla strada giusta”.

Hanno partecipato al concorso 32 autori, 28 uomini e 4 donne, di tutta Italia, dal Friuli Venezia Giulia alla Sicilia, toccando anche la Sardegna, con lavori che la giuria, composta da esperti e professionisti del settore, ha apprezzato e non senza difficoltà, dato l’ottimo livello delle opere ha scelto per la premiazione.

La Giuria, ha attribuito, leggendo le motivazioni, premi speciali a Nicola Testa di Biella, per il racconto “Una giornata perfetta” e a Cristian Borri di Tavarnelle (Firenze) per il racconto ” L’ultima lepre”.

Il primo premio invece è stato attribuito all’autrice Annalisa Santi di Verona per il racconto “Il cacciatore di ghepardi”.

Ha partecipato all’evento anche il segretario della CCT,  Marco Romagnoli che ha apprezzato l’iniziativa ed ha avuto parole di ringraziamento per gli autori che “con i loro racconti  hanno fatto vivere emozioni vere non solo ai cacciatori” ed ha sottolineato l’importanza della attività venatoria nell’equilibrio faunistico.

A tutti gli autori è stato consegnato un diploma di partecipazione e dopo le foto di rito, ha concluso i lavori il Presidente Tofani informando che anche in questa occasione Federcaccia Firenze ha deciso di editare un volume che raccoglie i 32 lavori più due fuori concorso, esclusi dallo stesso per la volontà degli autori di mantenere l’anonimato, dando fin d’ora appuntamento al terzo concorso che è certo, avrà lo stesso successo dei primi due.

, , ,