TOP-MENU

FIERA NAZIONALE UCCELLI DA RICHIAMO

AREZZO. A PIANDISCÒ LA FIERA NAZIONALE UCCELLI DA RICHIAMO

Domenica 7 ottobre a Piandiscò (AR), organizzata dall’Associazione Migratoristi Italiani per la conservazione dell’Ambiente Naturale  – gruppo di Piandiscò e con il patrocinio del Comune e Pro Loco, si è svolta la 41^ Fiera Nazionale degli Uccelli da Richiamo. Un evento molto sentito dalla popolazione residente nella splendida cittadina valdarnese, località che fa parte de “i Borghi più belli d’Italia”.

Alle prime luci dell’alba, sia pure in una giornata inizialmente plumbea, Piandiscò si è risvegliata avvolta dal melodioso canto d’amore dell’Allodola, del Passero, del Fringuello, della Cesena e del Tordo sassello.  Benché fosse una giornata del magico mese di ottobre che difficilmente porta un cacciatore a rinunciare alla caccia, vi è stata un’ampia partecipazione di garisti, provenienti da varie località della Toscana, che hanno preso parte alla gara con passione mettendo in mostra i loro migliori esemplari cantori, di cui i giudici hanno avuto un gran da fare nel giudicare i soggetti migliori. Fra le varie categorie di uccelli premiati si è proceduto alla proclamazione del Sassello nazionale. Il prestigioso premio è stato assegnato ad un esemplare dell’uccellatore Piero Antonini. La mattinata è poi proseguita con il tradizionale taglio del nastro quale cerimonia di auspicio per l’inizio e il buon esito della Fiera; a seguire la SS. Messa in memoria dei membri del Comitato Fiera il cui rito religioso è stato celebrato all’aperto da Don Fabio parroco di Piandiscò. A seguire la premiazione.  L’appuntamento fieristico si è concluso con un grande pranzo conviviale offerto dal Comitato Fiera degli Uccelli di Piandiscò. Una giornata bellissima svolta all’insegna della passione per la caccia e le sue tradizioni mantenendo intatti i valori familiari tipici delle piccole comunità rurali. Alla manifestazione era presente, come sempre, il Club Italiano del Colombaccio di Firenze che è anche portatore della bandiera dell’Unità dei Cacciatori Toscani con la CCT che guarda principalmente al coinvolgimento dei cacciatori più giovani, come risorsa indispensabile sia per la ricerca scientifica, sia per la continuazione e la difesa della caccia e delle sue tradizioni. L’appuntamento è per il prossimo anno con la voglia di fare sempre di più e meglio per la nostra passione.

,

Le foto presenti su La Dea della Caccia sono in parte prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione potranno segnalarlo alla redazione - info@ladeadellacaccia.it - che provvederá prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.