TOP-MENU

CIC International Council for Game and Wildlife Conservation logo

BANDO DEL PIOMBO NELLE ZONE UMIDE, ENNESIMO DURO COLPO AL MONDO VENATORIO DALL’EUROPA: LA POSIZIONE DELLA DELEGAZIONE NAZIONALE ITALIANA DEL CIC.

Purtroppo è quanto avvenuto in Europa per volontà della Commissione Ambiente ENVI che non ha approvato le formali obiezioni finalizzate al rigetto della proposta Commissione Europea approvata in REACH Commitee sul bando del piombo nelle zone umide.

La risoluzione ha ricevuto 33 voti a favore, 43 contrari e 4 astenuti, insufficienti al rigetto. Il risultato non soddisfa la Delegazione Nazionale Italiana del CIC che, pur non essendo aprioristicamente contraria al divieto dell’uso del piombo nelle zone umide, normativa già adottata nel nostro Paese nel contesto delle zone ZPS, si è adoperata per dare un proprio contributo con una lettera inviata a tutti i Parlamentari Europei Italiani per richiamare la loro attenzione su alcuni aspetti della proposta presentata che risulta eccessivamente penalizzante per il prelievo venatorio italiano e foriera di numerosi, costosi contenziosi dovuti alla non chiara definizione di zona umida e alla detenzione delle munizioni di piombo in prossimità di questa con l’aggravante dell’azione penale.

La Delegazione Nazionale Italiana del CIC ha perciò chiesto ai Parlamentari di adoperarsi per un rinvio della votazione al fine di consentire una più profonda analisi della materia e di opporsi al provvedimento così formulato.

“Un risultato che lascia l’amaro in bocca” ha commentato il Capo Delegazione Nicolò Amosso “gli ordini di scuderia dei partiti hanno prevalso sul buonsenso e sulla ragionevolezza di fronte ad argomenti così importanti e limitanti per tutto il prelievo venatorio europeo.

Una cosa è certa, non demorderemo in attesa a novembre del voto definitivo in seduta plenaria del Parlamento Europeo e proseguiremo con la nostra azione di convincimento presso i Parlamentari Europei. Un particolare ringraziamento va agli onorevoli Sergio Berlato, Marco Deodato e Piero Fiocchi che hanno gentilmente risposto al nostro appello e dato convintamente seguito alla nostra voce con il loro voto”.

,

Le foto presenti su La Dea della Caccia sono in parte prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione potranno segnalarlo alla redazione - info@ladeadellacaccia.it - che provvederá prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.