TOP-MENU

cacciatore 16

BASILICATA. CALENDARIO VENATORIO, LE ASSOCIAZIONI ANTICACCIA SU SENTENZA CONSIGLIO DI STATO

“Dal Consiglio di Stato è arrivata la bocciatura definitiva del calendario venatorio 2016-2017 della Regione Basilicata che aveva approvato una serie di deroghe senza tenere in alcun conto il parere dell’ISPRA”.

Ne danno notizia le associazioni Enpa, Lav, Lipu e WWF Italia, che contro il calendario avevano proposto un ricorso accolto dalla Sezione Prima del Tar di Potenza che aveva disposto contestualmente la sospensiva.

“Ora il massimo organo della giustizia amministrativa – comunicano le associazioni – ha messo definitivamente fine alla battaglia legale riconoscendo pienamente le ragioni alla base del ricorso presentato dalle associazioni che avevano contestato con forza il calendario varato dalla Regione Basilicata in quanto aveva ignorato gli ‘alert’ lanciati dall’Istituto Superiore per la ricerca e la protezione ambientale (ISPRA).

Quella del Consiglio di Stato secondo le sigle anticaccia “è una pronuncia estremamente importante che ribadisce che la tutela della fauna selvatica e della biodiversità sono e restano di piena potestà statale. Le Regioni non possono far finta che i pareri dell’Ispra con delle prescrizioni sui periodi e le modalità dell’attività venatoria non esistano, come accaduto lo scorso anno in Basilicata”.

“Il prossimo calendario venatorio deve essere improntato al rispetto delle norme e dei pareri scientifici predisposti dall’ISPRA”, tuonano WWF & C. cercando di intimidire con la consueta propaganda gli amministratori regionali, agitando anche lo spauracchio della responsabilità economica personale. Peccato che la normativa internazionale preveda proprio il contrario in caso di fondate motivazioni all’allontanarsi al parere dell’Ispra.

,

Le foto presenti su La Dea della Caccia sono in parte prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione potranno segnalarlo alla redazione - info@ladeadellacaccia.it - che provvederá prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.