TOP-MENU

CACCIA UN'ORA DOPO L'ALBA. ANUU:NO ALLE AUTOLIMITAZIONI, PRECISAZIONI DEL PRESIDENTE BONAVIGO

CACCIA UN’ORA DOPO L’ALBA. ANUU:NO ALLE AUTOLIMITAZIONI, PRECISAZIONI DEL PRESIDENTE BONAVIGO

Leggo su alcuni blog i commenti alla ns. proposta di limitare la caccia all’aspetto alla beccaccia. Addirittura Berlato la definisce una stupidaggine, forte di un sondaggio tra i cacciatori che, secondo lui, hanno per l’84% bocciato la proposta della Federcaccia. La cosa non deve preoccupare più di tanto, essendo notorio che Berlato quando da i numeri li da veramente. Questi commenti partono purtroppo da una premessa sbagliata non so se creata ad arte e ciò che si sia chiesto di far iniziare la giornata di caccia un’ora dopo l’alba. Niente di più falso!
La Fidc del Veneto ha proposto che continui andare a caccia un’ora prima dell’alba chi va a capanno con l’uso dei richiami vivi o negli specchi d’acqua e che le altre cacce inizino all’alba. Mai detto un’ora dopo. Mi auguro che tutti conoscano questi orari, nel Veneto certamente si perché ci siamo abituati, non lo so nelle altre Regioni. Se vogliamo per noi andrebbe bene se il calendario prevedesse un doppio orario di apertura della giornata di caccia, fermo restando che la caccia alla beccaccia e al beccaccino deve iniziare all’alba. Ciò comporterebbe oltre alla sanzione amministrativa già prevista per il divieto della caccia all’aspetto alla beccaccia e al beccaccino ( di notte non è possibile cacciarli altrimenti), l’applicazione di quella prevista dall’art. 31 lett. G ) della L:157/92 per chi esercita la caccia in violazione degli orari consentiti. Ciò almeno per ridurre questo triste fenomeno, essendo personalmente d’accordo che tutte le cacce debbano essere rispettate, ma è giunta l’ora che si cominci a rispettare anche la caccia alla beccaccia e al beccaccino.

Il Presidente
(Giancarlo Bonavigo)