TOP-MENU

mappe

CARTA DELLA NATURA: ONLINE IL NUOVO GEOPORTALE

Per la consultazione del Sistema Informativo di Carta della Natura sono state create delle nuove pagine ‘user-friendly’, attraverso le quali è possibile conoscere i prodotti del progetto; la cartografia pubblicata nel geoviewer ed il database del Sistema Informativo sono facilmente accessibili e consultabili.

I prodotti di Carta della Natura nel loro insieme sono uno strumento tecnico a supporto della conoscenza degli ecosistemi terrestri italiani, rappresentando l’intero territorio nazionale nei suoi aspetti naturali ed antropici. La finalità è focalizzare l’attenzione sullo stato dell’ambiente ed evidenziare le aree di maggior valore naturale e quelle a rischio di degrado da un punto di vista ecologico ambientale.

Carta della Natura, nata con la Legge Quadro sulle aree protette, è un progetto nazionale coordinato da ISPRA che

“… individua lo stato dell’ambiente naturale in Italia, evidenziando i valori naturali ed i profili di vulnerabilità territoriale…” (art.3, L.394/91)

L’obiettivo generale di Carta della Natura è produrre elaborati tecnici a supporto della conoscenza del territorio italiano, studiandolo e rappresentandolo nei suoi aspetti naturali (fisici e biotici) ed antropici.

mappa

Carta della Natura si articola in due fasi operative:

  • una fase cartografica, per l’elaborazione di mappe conoscitive del territorio;
  • una fase valutativa, per evidenziare i valori ecologico-ambientali delle unità cartografate.

La cartografia che si realizza ha il fine di rappresentare unità ambientali omogenee a diverse scale:

  • locale e regionale (Carte degli habitat);
  • nazionale (Carta delle Unità Fisiografiche dei Paesaggi Italiani e Carta del Valore Naturalistico-Culturale d’Italia).

La valutazione consiste nell’effettuare analisi, prevalentemente spaziali, che evidenzino le aree a maggior valore naturale e quelle a rischio di degrado ambientale, al fine di creare uno strumento tecnico a supporto della salvaguardia del patrimonio naturale italiano. (Fonte ISPRA)