TOP-MENU

cinghiale

CCT. NUOVE AREE VOCATE AL CINGHIALE: AL VIA LE VERIFICHE SUI TERRITORI

Nell’ultimo tavolo di confronto dello scorso giovedì 15 marzo 2018, la Regione Toscana ha presentato la proposta inerente alla nuova definizione e riperimetrazione delle Aree Vocate e non vocate per la caccia al cinghiale in battuta.

Il tema coinvolge centinaia di squadre operanti sul territorio e raggruppate in specifici distretti, ma interessa anche gli agricoltori soprattutto nelle aree sensibili al tema dei danni ed in presenza di coltivazioni di pregio.

La proposta presentata, giunge a seguito di un iter che purtroppo non ha tenuto conto del necessario ed approfondito confronto di Agricoltori, Associazioni Venatorie e soprattutto degli Ambiti Territoriali di Caccia.

Il complicato lavoro di verifica è in queste ore all’attenzione delle nostre realtà territoriali. Dalle prime valutazioni stanno già emergendo le prime criticità come già evidenziato dalla stampa in provincia di Massa e Carrara.

Il provvedimento che nei prossimi giorni sarà approvato in Giunta Regionale, approderà successivamente nella commissione competente prima della definitiva approvazione da parte del Consiglio Regionale.

La CCT e le sue associazioni confederate (Federcaccia toscana, ANUU e ARCT), hanno messo già in programma una serie di iniziative di coinvolgimento e approfondimento sul territorio al fine di poter giungere alla presentazione di una proposta organica di richieste, modifiche ed integrazioni su questo importante, quanto delicato atto di programmazione, che peraltro si inserisce in assenza di un necessario quanto urgente adeguamento del Piano Faunistico Regionale.

, ,

Le foto presenti su La Dea della Caccia sono in parte prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione potranno segnalarlo alla redazione - info@ladeadellacaccia.it - che provvederá prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.