TOP-MENU

foto di gruppo

CON FIDC ORIO AL SERIO 150 CANI A GHISALBA

I nuovi campioni provinciali di Federcaccia Bergamo in una versione ridotta e in prova unica del campionato bergamasco, ma che verrà ricordata a lungo come il segnale di rilancio dopo lo stop per il Covid-19 che ha interessato gli amati amici a 4 zampe, finalmente tornati protagonisti nel grande campo gara Sis di Ghisalba. La gara è stata diretta da Francesco Arici, il Presidente della sezione di Federcaccia di Orio al Serio, che ancora una volta ha dimostrato tutta la sua bravura dal punto di vista organizzativo grazie ad un nutrito gruppo di collaboratori. Sono stati 150 i cani che hanno preso il via alla gara nei due afosi giorni nella Bassa bergamasca, nella manifestazione che ha visto come giudice Carlo Gerbelli con la Segreteria gestita da Cesare Goglio.  “Ovviamente le varie iniziative programmate da Federcaccia Bergamo sia cinofile che di tiro a volo -spiega il Presidente provinciale Michele Bornaghi-, non si sono svolte e sarà per la prossima primavera. In questo week end c’è stata una presenza importante di appassionati e abbiamo anche dedicato un piccolo pensiero a quanti tra i cacciatori sono andanti avanti in questi mesi difficili”. La gara su starne liberate ha permesso di decretare i nuovi campioni provinciali di Federcaccia Bergamo. Tra i cani da cerca si è imposto Cesare Goglio, tra gli inglesi nella categoria Libera Enrico Gambirasio e nei Cacciatori Alessandro Facchetti, mentre nei Continentali nella categoria Libera si è imposto Sergio Rupperi e nei Cacciatori Gabriele Cerea. “Ci siamo presi la responsabilità di ripartire e ne siamo fieri -spiega Francesco Arici-, la voglia di uscire con i cani e di presentare i giovani alle gare è tanta e il tempo che resta da qua alla fine della stagione cercheremo di sfruttarlo nel modo migliore. Come FIdC siamo un centinaio compresi i simpatizzanti: ci diamo da fare tutto l’anno, soprattutto a caccia chiusa, per promuovere diverse iniziative, anche in collaborazione con altre associazioni di Orio al Serio”.