TOP-MENU

FANO. ALLA FESTA DELL’AGRICOLTURA E DELLA RURALITÀ FIDC IN PRIMA LINEA

FANO. ALLA FESTA DELL’AGRICOLTURA E DELLA RURALITÀ FIDC IN PRIMA LINEA

Il mese di maggio a Fano è oramai diventato sinonimo di tradizione con uno degli eventi che è in grado di attirare persone da tutta la provincia e non solo, le quali vengono alla scoperta delle ultime novità in campo agricolo o solamente per immergersi in un mondo fatto di animali, lavoro della terra e agricoltura. Stiamo parlando di Fano Geo che quest’anno compie ben 31 anni, confermandosi tra le manifestazioni più longeve del panorama fanese. Il mix di laboratori didattici, mezzi da lavoro d’epoca e moderni, animali e tanto altro “occuperanno” la zona Codma sabato 18 e domenica 19 maggio con una serie di iniziative imperdibili per gli amanti del settore. La manifestazione organizzata dalla Proloco di Fano, con il supporto dell’amministrazione Comunale e dell’assessorato al Commercio e alle attività produttive, la collaborazione della cooperativa sociale Falcineto, Giacche Verdi, Federcaccia, Enci Pesaro Urbino, vedrà il suo Il taglio del nastro alle 11.15 di sabato mattina, alla presenza delle autorità e di circa 500 bambini delle scuole fanesi. Un vero record quello della didattica che coinvolgerà tutte le scuole elementari della città e colorerà l’apertura dell’evento. Si darà cosi il via all’iniziativa con la classica fiera agricola del Codma, dove oltre alle varie attività sarà possibile visitare il mercato con prodotti enogastronomici del territorio, attrezzistica per lavorazione della terra, le aree tematiche e tanto altro. Un vero e proprio mondo agricolo che ha l’obiettivo di far comprendere l’importanza che ancor oggi ha questo settore dell’economia e far conoscere al pubblico i mezzi antichi e moderni per la lavorazione della terra.

Durante la mattinata si svolgeranno inoltre le classiche premiazioni da parte delle associazioni di categoria, ai produttori agricoli che si sono distinti nel corso dell’anno.

I produttori, associazioni ed enti presenti avranno inoltre il compito di spiegare, soprattutto ai giovanissimi che visiteranno l’area Codma, questo mondo a loro sempre più sconosciuto, attraverso approcci pratici, interessanti e divertenti.

Durante il weekend sarà inoltre possibile assistere a dimostrazioni cinofile, al Mondo dei Rapaci con suggestive dimostrazioni di volo, alla fattoria didattica dove sarà possibile capire l’utilità degli animali nel settore agricolo. Tra i momenti più attesi ci sarà il battesimo della sella a cura delle giacche verdi, i simpatici asini dell’associazione Dottor Pumba e l’esibizione dei cani del Gruppo Cinofilo Provinciale delegazione Enci.

Grazie a quest’ultima parte, sarà possibile vedere come vengono impiegati gli amici a 4 zampe nel mondo del lavoro agricolo. Non mancherà la fauna del parco fluviale del Metauro, presentata con l’esposizione di varie specie a cura di Atc e Federcaccia.

Tornando alle scuole, FanoGeo ha creato una vera e propria fattoria didattica con vari specie di animali: dall’agnello al maiale, dal vitello al cavallo.

“Federcaccia sarà presente anche quest’anno per promuovere la nostra cultura rurale – ha spiegato Paolo Antonioni, presidente appena riconfermato di Federcaccia Marche -. Il rimboschimento in continua evoluzione sta determinando un aumento delle specie animali e se non ci fossero i cacciatori si creerebbero dei problemi. Superata l’idea dei cacciatori come ‘predatori’, la nostra categoria produce studi e regola i prelievi”.

, ,