TOP-MENU

RIUNIONE CONGIUNTA CTG E GRUPPO DI LAVORO DI SUPPORTO

FITAV. RIUNIONE CONGIUNTA CTG E GRUPPO DI LAVORO DI SUPPORTO

Lo scorso 4 giugno, presso gli uffici FITAV di viale Tiziano a Roma, si è tenuta una riunione congiunta del Collegio Tecnico Giuridico e del Gruppo Lavoro di Supporto. Il Presidente Luciano Rossi ha aperto i lavori alle 10.30 salutando e ringraziando i convenuti. Erano presenti: Dr. Stefano Rosi (Coordinatore CTG); Dr. Silvano Verdenelli; Dr. Daniele Salvatori; Sig. Annunciato Maccini; Dr. Alberto Bastianelli; Dr. Gioacchino Pesce; Dr. Antonio Carone; Sig. Michele Sollami; Sig. Fabio Caporaletti; Sig. Dino Zanetti; Sig.ra Maria Teresa Fitini; Dr. Antonio Morano (dipendente Fitav). Il Presidente Rossi ha delineato a 360 gradi la situazione del nostro mondo, esponendone le criticità ed indicando le priorità di intervento alle quali sarà necessario dedicare grande attenzione. “La crescita del nostro movimento deve comportare un’assunzione di responsabilità da parte di tutti: dobbiamo continuare a migliorarci, adeguandoci ai cambiamenti ed essendo pronti a nuove svolte. La sfida presente e futura è quella di confermarci come un’eccellenza negli sport di tiro” – ha dichiarato il Presidente Rossi, che ha quindi sottolineato la precisa volontà del Consiglio Federale di accompagnare e supportare in modo capillare le Associazioni Sportive Dilettantistiche affiliate affinché possano affrontare al meglio, con consapevolezza e preparazione, gli adempimenti correnti e quelli prossimi a venire. Il primo argomento trattato è stato la Pianificazione di coordinamento delle attività dei Componenti del Gruppo di Lavoro di Supporto: il Presidente ha ricordato ai convenuti i motivi che nel 2018 hanno spinto il Consiglio Federale alla creazione del sopracitato Gruppo di Lavoro di Supporto al Collegio Tecnico Giuridico (CTG), composto da Caporaletti, Carone, Sollami e Zanetti. Tale gruppo collabora a stretto contatto con i Delegati Regionali di competenza e con i membri del CTG, affinché tutte le componenti della FITAV siano efficacemente coinvolte e possano contribuire alla soluzione delle eventuali problematiche e, in generale, al miglioramento complessivo dei campi di tiro a volo. A questo punto è intervenuto il Dottor Rosi, cedendo la parola ai singoli componenti del Gruppo di Lavoro di Supporto al CTG per dare vita ad uno scambio di opinioni inerente le attività svolte e la programmazione di quelle future. Successivamente si è affrontato il secondo punto previsto dall’ordine del giorno, riguardante il Regolamento omologazione degli impianti destinati all’esercizio sportivo del tiro a volo. Il Dottor Rosi ha informato i presenti che la bozza del Regolamento (argomento trattato dal Consiglio Federale nella riunione del 19/04/2019) è stata inviata agli Uffici competenti del CONI che hanno preso atto del documento, suggerendo di apportare alcune modifiche. Queste indicazioni hanno rappresentato motivo di confronto tra i convenuti, dal quale sono emersi spunti interessanti. Verrà predisposta un’ulteriore bozza che sarà prima presentata al Consiglio Federale e successivamente, dopo le osservazioni del massimo organismo federale, inviata al CONI. Il dottor Rosi ha ricordato che, in qualità di Coordinatore del CTG, ha partecipato a diverse riunioni presso gli uffici di direzione gestione patrimonio consulenze impianti sportivi e supporto normative e regolamenti del CONI, concludendo che “Il lavoro è in itinere, l’argomento è di primaria importanza per il nostro mondo sportivo e per la gestione dell’impiantistica e sarà garantito massimo supporto a tutte le componenti”. Si è quindi parlato dello sviluppo di un progetto di rivisitazione complessiva delle attività di tiro, finalizzato all’eliminazione o mitigazione degli impatti ambientali che le caratterizzano. Il CTG, mettendo a frutto le esperienze maturate, lavorerà su tale progetto per poterne delineare i contorni e definire i possibili obiettivi da raggiungere, al fine di condividerlo con tutte le componenti coinvolte. A conclusione dei lavori il Presidente Rossi ha ringraziato i convenuti ricordando che “Il futuro è adesso e tutti noi dobbiamo essere sempre pronti ad affrontare nuove sfide nella difesa incondizionata delle nostre attività, mirando ad essere lungimiranti nell’intraprendere iniziative che devono avere come fine la crescita del nostro mondo. Dobbiamo proseguire tutti insieme questo cammino andando tutti nella medesima direzione”.