TOP-MENU

tordo

IL CDM IMPUGNA LA LEGGE LIGURE SULLA CACCIA

Il Consiglio dei Ministri riunito ieri, mercoledì 27 febbraio a Palazzo Chigi, sotto la presidenza del Presidente Giuseppe Conte, su proposta del Ministro per gli affari regionali e le autonomie Erika Stefani, ha esaminato quarantuno leggi delle Regioni e delle Province Autonome e ha deliberato di impugnare, fra le altre, la legge della Regione Liguria n. 29 del 27/12/2018, recante “Disposizioni collegate alla legge di stabilità per l’anno 2019”, in quanto alcune norme in materia di pesca e di caccia contrastano con l’ordinamento europeo e invadono la competenza riservata allo Stato in materia di tutela dell’ambiente, in violazione dell’art. 117, primo e secondo comma, lett. s), della Costituzione.

Più nello specifico, il punto contestato riguarda l’inserimento della previsione di giornate aggiuntive settimanali di caccia agli uccelli migratori nei mesi di ottobre e novembre, provvedimento stabilito con legge anziché essere vagliato di anno in anno con atto amministrativo, ovvero con il calendario venatorio.