TOP-MENU

gruppo federcacciatrici

IN BOTTE IN … ROSA: UNA GIORNATA SPETTACOLARE IN TUTTI I SENSI!

Sullo sfondo di una mattinata di sole cristallino, organizzata dal Gruppo Federcaccia Donne di Grosseto (Coordinamento Nazionale Cacciatrici Federcaccia) e dalla Confederazione Cacciatori Toscani, si è svolta una dimostrazione di caccia agli acquatici nella Laguna di Orbetello.

L’iniziativa ha coinvolto un nutrito gruppo di signore, non cacciatrici, che accompagnate dal Gruppo Federcaccia Donne di Grosseto e sotto l’esperta e imprescindibile guida dei Maestri Lagunari, hanno potuto vivere da vicino l‘esperienza della tradizione della caccia agli anatidi.

Una caccia rispettosa dell’ambiente dove i cacciatori, da sempre, contribuiscono alla buona gestione e conservazione delle risorse naturali.

I Maestri hanno raccontato la giornata di caccia in botte, le sue origini e le secolari tecniche utilizzate.

Le signore hanno potuto assistere – piedi in acqua – o sugli appostamenti – alla “tesa” degli “stampi”, ascoltare i vari richiami magistralmente utilizzati dai cacciatori e spesso dagli stessi realizzati.

Intorno, grazie all’ uso di binocoli, si sono potuti osservare numerose specie di avifauna tra cui germani reali, fischioni, volpoche, chiurli, marangoni e beccaccini, a braccetto con i fenicotteri rosa che affollano in questo periodo la laguna.

Sempre a cura dei Cacciatori Lagunari pranzo a base di anatidi; perché la selvaggina abbattuta deve essere rigorosamente consumata (altro importante insegnamento della giornata).

Un momento di partecipazione e condivisione da parte delle donne, che scoprono sempre di più la caccia come una attività affascinante e piena di emozioni. Un modo di vivere il rapporto con la natura e con l’ambiente in modo vero che si lega alla dimensione ed alla sensibilità femminileUn impegno che il coordinamento delle donne Federcacciatrici intende sempre più diffondere nella società e tra i giovani.

Particolari ringraziamenti ai Cacciatori, senza la cui sapienza e disponibilità niente di tutto ciò sarebbe stato possibile, e alle signore per l’entusiastica partecipazione che ci incoraggia a proseguire su questa strada. Una strada intrapresa a Settembre scorso con una dimostrazione di caccia al cinghiale (Braccata in Rosa), nella convinzione che per avvicinare le donne alla caccia, la semplice esperienza valga più di mille parole.cct

,