TOP-MENU

copertin "il patto coi lupi"

LIBRI. FRA CACCIA E CONSERVAZIONE

Per i tipi dell’Innocenti Editore (Grosseto) è stato recentemente edito uno libro del Presidente dell’AIW, Aldo Giorgio Salvatori, dal titoloIl Patto coi Lupi”, nelle cui pagine egli affronta con cognizione l’argomento della caccia e del suo rapporto con la società moderna. Salvatori parte dall’archetipo dell’uomo predatore ed approfondisce l’ancestrale rapporto con il lupo – ed ecco il perché del titolo -, animale quasi totem per tanti ma che soprattutto nel mondo della caccia ha ancora le sue origini e non già nell’animalismo oggi preponderante. Da quelle radici egli giunge finanche alla difesa della natura selvaggia (wilderness) alla cui filosofia e ad al suo concetto di conservazione dedica ben tre capitoli (I padri ‘cacciatori’ della Wilderness, Il richiamo della Wilderness, ‘Animalicidio’ – animalismo – egoismo genetico), passando da Aldo Leopold a Franco Zunino. Egli, da conservazionista cacciatore praticante, spiega magistralmente per quali ragioni la caccia abbia ancora tutti i diritti e necessità sociale di esistere; non già con i soliti racconti di avventure venatorie (che pure non vi mancano), ma portando il lettore a ragionare per capire le ragioni della caccia, e con esse l’importanza dell’impegno dei cacciatori in difesa della loro categoria ma anche del mondo in cui i cacciatori la praticano. Il libro è già reperibile nelle librerie, ma chi se lo volessero può richiederlo anche tramite il Link: https://store.innocentieditore.com/narrativa-venatoria/il-patto-coi-lupi-320.html

Lo scorso Venerdì 18 settembre, il Presidente nazionale dell’AIW, Aldo Giorgio Salvadori, è stato ospite nella tenuta privata di Vigna Campania nei pressi del Lago di Bracciano, dove è stato intervistato dalla nota giornalista televisiva Carmen Lasorella, la quale ha presentato con successo, purtroppo ad un ristretto numero di invitati (personalità del mondo dell’ambientalismo e della caccia), a causa delle limitazioni imposte dal Covid-19.

,

Le foto presenti su La Dea della Caccia sono in parte prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione potranno segnalarlo alla redazione - info@ladeadellacaccia.it - che provvederá prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.