TOP-MENU

parco

LOMBARDIA. SISTEMI VERDI, ROLFI: I PARCHI SIANO PIÙ FRUIBILI E UN’OPPORTUNITÀ PER TUTTI, NON UN VINCOLO

L’assessore all’Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi di Regione Lombardia Fabio Rolfi ha visitato il Parco Agricolo Regionale del Monte Netto, in provincia di Brescia, un’area verde che si estende su oltre 14 chilometri quadrati e che interessa i Comuni di Capriano del Colle, Poncarale e Flero.

“La visita a questa splendida realtà bresciana – ha affermato l’assessore Rolfi – costituisce un’ottima occasione per ricordare gli sforzi che Regione Lombardia sta compiendo per la valorizzazione dei parchi, da ultimo il recente bando di circa 3 milioni di euro, finalizzato proprio a incentivarne l’attrattività attraverso interventi mirati, come la manutenzione dei boschi, il ripristino dei sentieri, la creazione e il miglioramento dei punti di veduta e molto altro”.

“In Lombardia – ha ricordato Rolfi – esistono attualmente 24 parchi regionali e alcuni di essi sono delle vere perle di bellezza ambientale, grandi realtà che costituiscono luoghi di piena fruizione del territorio. Il nostro desiderio è quindi mettere in campo ulteriori azioni concrete perché i parchi siano sempre più aperti alla collettività e vengano percepiti per ciò che sono, ovvero un’opportunità per tutti, non certamente un vincolo”.

“In questo quadro – ha proseguito Fabio Rolfi – occorre ampliare la platea di visitatori, sostenendo con forza gli interventi di miglioramento ambientale, paesaggistico e di valorizzazione, anche con operazioni di semplificazione normativa, per ridurre la burocrazia che troppo spesso soffoca la vita di queste aree. Dall’altro lato, bisogna considerare che molti parchi regionali sono anche parchi a vocazione agricola. L’agricoltura infatti costituisce un elemento caratterizzante e il Parco del Monte Netto è proprio la dimostrazione di una realtà fondata su questo principio: nell’area dove operano molte aziende vitivinicole, anche di pregio, che aumentano il valore aggiunto e ambientale della zona”.

“Per questo motivo, nel corso della Legislatura – ha sottolineato Rolfi – rivedremo anche la governance dei parchi, al fine di coinvolgere maggiormente gli agricoltori in seno ai consigli di gestione di questi enti”. “Faremo in modo che la figura dell’agricoltore, intesa nella sua accezione più alta, cioè quella di custode del territorio – ha concluso Fabio Rolfi – sia realmente parte del processo decisionale”.

Le foto presenti su La Dea della Caccia sono in parte prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione potranno segnalarlo alla redazione - info@ladeadellacaccia.it - che provvederá prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.