TOP-MENU

pavoncella - moriglione

MORIGLIONE E PAVONCELLA. NON C’È NESSUN DIVIETO DI CACCIA

Decisamente affrettate e al momento fuori luogo le espressioni di giubilo e soddisfazione usate dalla LIPU in merito alla cacciabilità di moriglione e pavoncella, di cui al loro dire sarebbe stato vietato il prelievo da parte del ministero dell’Ambiente.

Roma, 12 luglio 2019 – Quando il 20 giugno scorso Federcaccia ha dato notizia della lettera inviata dalla Commissione Europea a firma Humberto Delgado Rosa, responsabile della Direzione Generale Ambiente, agli Stati membri chiedendo di sospendere i prelievi di moriglione e pavoncella, due specie presenti in molti se non tutti i calendari venatori delle regioni italiane, abbiamo immediatamente sottolineato come la richiesta si basasse su dati inesatti e come per entrambe le specie le modalità e i limiti del prelievo applicate nel nostro Paese siano considerate dallo stesso Ispra in linea con una gestione prudenziale a loro salvaguardia.

Immaginavamo che da parte del ministero, ormai evidentemente schierato su posizioni animaliste mai raggiunte nemmeno ai tempi del ministro Pecoraro Scanio e apertamente molto vicino alla LIPU, ci sarebbe stato un tentativo di forzare le cose.

Per questo motivo Federcaccia e i suoi Uffici, unitamente ad altre Associazioni venatorie, si sono immediatamente attivati presso gli uffici caccia delle Regioni con i quali stiamo collaborando per evidenziare tutte le motivazioni da utilizzare per resistere a quella che, comunque, allo stato attuale, rimane una richiesta priva di base legale e biologica.

Ufficio stampa Federazione Italiana della Caccia

, , , ,