TOP-MENU

PER LA PRIMA VOLTA, DOPO 65 ANNI, UNA DONNA PRESIEDE L’ASSEMBLEA ORDINARIA DELLA FEDERCACCIA FIORENTINA.

PER LA PRIMA VOLTA, DOPO 65 ANNI, UNA DONNA PRESIEDE L’ASSEMBLEA ORDINARIA DELLA FEDERCACCIA FIORENTINA.

Il 17 aprile, presso la sala delle assemblee delle Cooperativa di Legnaia, a Firenze, si è tenuta la 66^ Assemblea della Sezione Provinciale Federcaccia di Firenze. Alla presenza di oltre 70 delegati il Presidente Provinciale, Simone Tofani, ha introdotto i lavori ricordando le recenti scomparse che hanno caratterizzato la sezione fiorentina ed ha proposto come Presidente dell’assemblea la figlia dell’indimenticabile Massimo Scheggi, affermando che dopo 5 anni uno Scheggi torna fra i cacciatori fiorentini. Un applauso scrosciante ed Eleonora ha preso posto al tavolo della presidenza.
Dopo i saluti ed una breve introduzione la Presidente ha dato la parola al Presidente Provinciale per la relazione annuale dalla quale è emerso come i soci federcaccia siano stati nel 2009 il 51% dei cacciatori della provincia e come la sezione sia ai primi posti fra le sezioni di tutta Italia, ovviamente la prima a livello regionale con i suoi 11.300 associati.
La relazione ha toccato vari punti, dalla politica venatoria ai valori che da sempre hanno contraddistinto la sezione fiorentina, alla nuova legge regionale sulla caccia.
L’indubbia capacità oratoria del Presidente ha coinvolto tutti i presenti che hanno applaudito in modo caloroso alla fine dell’intervento.
Dopo l’approvazione del bilancio e gli interventi dei partecipanti, la Presidente della Assemblea, Eleonora Scheggi ha consegnato premi e diplomi a quelle sezioni che si sono contraddistinte nel tesseramento ed a quei soci che si sono impegnati.
Alla fine consegnati dal Presidente della Sezione fiorentina anche i diplomi alla memoria di Massimo Scheggi, ritirato dai figli Carlo ed Eleonora e di Cinzia Pacenti, storica segretaria della Sezione fiorentina recentemente scomparsa.
L’incontro si è concluso con un brindisi di saluto ed un augurio per una buona annata venatoria 2010

,