TOP-MENU

cacciatori con cane

PIEMONTE. DUE DOMENICHE DI CACCIA BARATTATE CON 8 SPECIE

Il Consiglio regionale del Piemonte ha approvato ieri, 30 giugno, il capitolo dell’Omnibus sulla caccia. Chi ha seguito le vicende regionali ha avuto modo di vedere nelle passate settimane che su questo tema si è consumato l’ennesimo scontro fra maggioranza e opposizioni. Lascia l’amaro in bocca agli appassionati, l’accordo raggiunto, che torna a sottrarre al calendario venatorio piemontese più della metà (8 su 15) delle specie cacciabili previste, facendo di quello piemontese il più inutilmente restrittivo dei calendari venatori italiani. Nessuna motivazione scientifica ma solo miope ideologia anticaccia infatti, giustifica il mancato prelievo di mestolone, porciglione, frullino, pavoncella, combattente, moriglione, merlo, lepre variabile. Resta un contentino che ha il sapore della beffa l’autorizzazione a cacciare nelle ultime due domeniche di settembre con cui sono state barattate le giuste richieste di appassionati e associazioni venatorie.