TOP-MENU

ERIAFF network logo

SVILUPPO RURALE, CONCLUSA A FIRENZE LA SETTIMANA DELL’INNOVAZIONE

Per quattro giorni Firenze e la Toscana sono stati al centro della discussione su agricoltura 4.0 e “agricoltura di precisione”. Si è tenuta infatti a Firenze la Settimana dell’Innovazione nello Sviluppo rurale,  l’evento annuale del Programma di Sviluppo rurale della Regione Toscana dedicato quest’anno a fare il punto a tra le Regioni a livello europeo sui diversi ambiti legati all’innovazione in agricoltura.

Più di 200 sono state le presenze tra esperti e ricercatori dal mondo accademico europeo – 13 paesi presenti e più di 40 le regioni coinvolte – e degli enti di ricerca ed innovazione, primo tra tutti il JRC (Joint Research Center, il principale istituto di ricerca della Commissione europea), oltre ad esponenti del mondo imprenditoriale e rappresentanti e funzionari da tutta Europa. La Commissione europea era presente anche con rappresentanti delle Direzioni Agricoltura, Regioni e Ricerca e Sviluppo e della Banca Europea degli Investimenti.
Tra gli argomenti legati all’innovazione il miglioramento della competitività delle imprese, la maggiore sostenibilità ambientale delle attività agricole  e agroalimentari, forestali e la vivibilità delle aree rurali. Il tutto nel contesto di una agricoltura che si innova grazie alle tecnologie aerospaziali, alla fotonica, ai droni, agli smart sensors e big data ed alla tracciabilità digitale, ma anche a modalità organizzative innovative.

I lavori della “Settimana” hanno permesso il confronto tra partner e consentito di sviluppare sinergie per l’avvio o il rafforzamento di varie collaborazioni su tematiche molto varie.
Una di esse è legata all’importanza di soggetti intermedi che possano aggregare gli attori provenienti dalla cosiddetta quadrupla-elica (Amministrazione Pubblica, Ricerca, Impresa e Società) sulle priorità di sviluppo e innovazione in agricoltura. Uno strumento che possa rispondere alle esigenze delle filiere, coordinare e rappresentare al meglio tutto il settore per il nostro territorio. Un soggetto che non esiste in Toscana sulle tematiche agroalimentari e sul quale l’agricoltura di precisione potrebbe agire come tema aggregante, approfittando anche di esperienze molto avanzate in varie regioni europee.

Dal 2012 la Toscana è capofila della Rete Eriaff (European Regions for Innovation in Agriculture, Food and Forestry), che conta più di 80 partner da 18 stati membri dell’UE. La Toscana è inoltre la regione promotrice e coordinatrice di una azione a livello europeo per l’innovazione riguardante l’agricoltura di precisione (la piattaforma tematica Agri-Food della Smart Specialisation Strategy (S3)), anche per questo la nostra regione può e deve rappresentare un punto di riferimento non solo al livello nazionale ma anche europeo.

Il Progetto Horizon 2020 “Rosewood” (Rete di Regioni Europee per la mobilitazione sostenibile del legname), di cui la Regione Toscana è partner, sta promuovendo lo sviluppo di azioni innovative coinvolgendo soggetti imprenditoriali, facendo emergere l’opportunità di sviluppare assieme a partner Spagnoli e Francesi una pratica innovativa di gestione forestale. Si tratta del progetto “La Foret Bouge”, uno strumento di digitalizzazione sviluppato in Francia e che risponde bene anche ai modelli gestionali delle foreste mediterranee. Un partenariato misto pubblico-privato continuerà a sviluppare il progetto interregionale nell’ambito di Rosewood, coinvolgendo diversi attori Toscani.

La quattro giorni ha ospitato anche il quarto incontro con gli stakeholders regionali – Space and Photonics Innovation Actors (SPIA)- del Progetto Stephanie, approvato nell’ambito del programma europeo Interreg e di cui Ifac Cnr è capofila e la Regione Toscana partner . Sono intervenuti alcuni studiosi che hanno presentato interesInfine, a conclusione dei lavori, la regione della Macedonia centrale si è candidata a ospitare la Conferenza annuale 2020 della Rete Eriaff.

Grande successo ha avuto la Poster Session dei Gruppi Operativi (Go) del Partenariato europeo per l’Innovazione in materia di produttività e sostenibilità dell’agricoltura (PEI – AGRI, sottomisura 16.1 del Psr 2014-2020), con la presentazione di 25 progetti che coinvolgono centinaia di imprese toscane finanziate dal PSR della Toscano.santi applicazioni derivanti dal settore aerospaziale a servizio del mondo agricolo. Sono state approfondite alcune esperienze delle regioni partner del Progetto per capire come tali ‘best practies’ europee potranno integrarsi nelle politiche regionali in Toscana.
I partner della rete Eriaff si sono impegnati a firmare una lettera d’intenti per il rafforzamento del partenariato e la strutturazione di una governance più solida. (Fonte Massimo Orlandini – Toscana Notizie)

,