TOP-MENU

SVILUPPO RURALE IN VENETO. VIA ALLA SECONDA FASE DI CONSULTAZIONE PER DEFINIRE IL PSR 2014 – 2020

SVILUPPO RURALE IN VENETO. VIA ALLA SECONDA FASE DI CONSULTAZIONE PER DEFINIRE IL PSR 2014 – 2020

Il Veneto entra nella seconda fase della consultazione del partenariato per la definizione del nuovo Programma di Sviluppo Rurale per il periodo di programmazione 2014-2020. “Lo facciamo anche sulla base di quanto emerso dalla prima fase di confronto con il Tavolo regionale di Partenariato – sottolinea l’assessore all’agricoltura Franco Manzato – passando dall’analisi dei fabbisogni all’elaborazione della strategia vera e propria”.

Sono stati messi in programma quattro incontri con il Partenariato, che si terranno alla Corte Benedettina di Legnaro, in provincia di Padova e che saranno trasmessi in diretta streaming sul portale regionale www.piave.veneto.it. Il primo è in calendario per mercoledì prossimo 20 novembre. 2013. Oltre al quadro dei fabbisogni emersi, e che si sono tradotti anche in 416 contributi proposti dal Partenariato, saranno valutati alcuni aspetti prioritari, quali innovazione, territorializzazione, montagna e multifondo).

I successivi tre incontri che si terranno nel mese di dicembre, riguarderanno più direttamente le strategie d’intervento, in funzione dei tre obiettivi dello sviluppo rurale 2014 – 2020: la competitività del settore agricolo, la gestione sostenibile delle risorse naturali (e l’azione per il clima); lo sviluppo territoriale equilibrato delle economie e delle comunità rurali.

“Anche in questa seconda fase – ricorda Manzato – i rappresentanti del Parternariato potranno formulare osservazioni, proposte e contributi mediante la consultazione diretta online, che sarà attivata sulla piattaforma www.psrveneto2020.it“. Tutti i materiali ed i documenti a supporto di questo percorso, compresa la lista dei soggetti del Tavolo regionale di Partenariato, sono disponibili nel portale regionale dell’agricoltura www.piave.veneto.it.

Le foto presenti su La Dea della Caccia sono in parte prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione potranno segnalarlo alla redazione - info@ladeadellacaccia.it - che provvederá prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.