TOP-MENU

fitav

TIRO A VOLO. A GIOIA DEL COLLE IL MONDIALE CISM

Fervono i preparativi per il 51° Campionato del Mondo Militare del CISM in programma al Tav Gioese di Gioia del Colle (BA) all’inizio del mese di ottobre. Ormai è quasi tutto pronto e la sinergia messa in campo dalla Federazione, che ha fortemente voluto portare in italia la manifestazione, lo Stato Maggiore della Difesa e dalla Società ospitante stanno dando frutti ottimi. Nei diversi incontri tra il Ten.Col. Walter Borghino, Presidente della Commissione Sport del CISM, il Com. Domenico Lufrano, Ufficiale di collegamento tra la Fitav e le Forze Armate ed i Corpi dello Stato, il Presidente del Tav Gioiese Giuseppe Petrera ed i rappresentanti delle diverse Forze armate sono stati determinati incarichi e competenze di ciascun soggetto interessato dall’organizzazione per rendere tutto il più efficiente possibile e dimostrare ancora una volta al Mondo intero la capacità organizzativa del nostro Paese. Proprio alla luce della qualità degli eventi organizzati in passato, una delegazione cinese parteciperà alla gara al fine di osservare il nostro lavoro ed importarlo all’interno del Comitato Organizzatore dei prossimi Giochi Mondiali Militari (le Olimpiadi militari, ndr). “La Fitav ha il merito di essere stata promotrice dell’inserimento di tiratori all’interno dei Gruppi Sportivi Militari e di aver ospitato nel nostro Paese il primo Mondiale Militare di Tiro a Volo – ci ha spiegato Benito Di Nisio, Vice Presidente Fitav dal 1997 al 2004 – Il prossimo mese porteremo qui i migliori tiratori in divisa di 18 nazioni. Questo è un grande risultato che la Federazione Italiano offre al tiro internazionale. Per me che in passato ho lavorato tanto per questo risultato è davvero un grande riconoscimento”. Entusiasta per questa organizzazione anche il Presidente Petrera, patron della Società ospitante, che ha completamente rinnovato il campo proprio per rendere indimenticabile l’esperienza dei tiratori in gara “Il Mondiale sarà una bellissima vetrina per noi e per i nostro sport – ci ha spiegato – Io e la mia famiglia abbiamo lavorato tanto, con interventi strutturali che hanno interessato sia l’aspetto agonistico sia quello tecnologico e ambientale. Lo abbiamo fatto per questo evento ma anche per quelli futuri di livello nazionale e locale. Nel nostro territorio il Tiro a Volo può essere fondamentale per allontanare i ragazzi dalla strada ed avviarli alla nobile pratica sportiva. Siamo pronti ad accogliere tutti”. (Fonte FITAV)

Le foto presenti su La Dea della Caccia sono in parte prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione potranno segnalarlo alla redazione - info@ladeadellacaccia.it - che provvederá prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.