TOP-MENU

podio

TIRO A VOLO. A MONTECATINI ASSEGNATI I TRICOLORE GIOVANILI 2020

Anche il Settore Giovanile del Tiro a Volo ha assegnato i titoli di Campione Italiano 2020. A decretare i migliori di quella che è stata una stagione agonistica davvero atipica sono state le pedane del Tav Montecatini Pieve a Nievole (PT), nelle cui strutture si sono dati appuntamento 324 giovani promesse di Fossa Olimpica e Skeet. Con un incremento rispetto al 2019 di 17 presenze, anche questa gara ha confermato il trend positivo di un movimento in crescita ed in piena salute. Oltre allo staff al completo del Settore Giovanile Fitav presenti anche il Vice Presidente Federale Paolo Fiori, il Consigliere Nazionale Luciano Innocenti ed il Direttore Tecnico Nazionale Albano Pera ai quali sono arrivati i saluti dell’amministrazione comunale di Pieve a Nievole tramite i saluti dell’Assessore allo Sport Lida Bettarini. A farla da padrona, come di consueto, la Fossa Olimpica, le cui classifiche sono state popolate da 264 tiratori suddivisi nelle diverse classifiche. A dominare quella degli Junior Maschili è stato Gabriele Solari di Levi (GE), portacolori del Centro Sportivo dei Carabinieri, non brillantissimo nelle qualifiche, chiuse con 117/125 +5, ma decisamente spumeggiante nella finale, archiviata con un eccellente 47/50 che gli è valso oro e scudetto Tricolore. Alle sue spalle l’argento se lo è messo al collo con 120/125 e 42/50 Samuele Faustinelli di Pian Cumino (BS), anche lui in forza al Centro Sportivo dei Carabinieri, mentre il bronzo con 118/125 e 33/40 è andato a quello di Federico Girolimetti di Senigaglia (AN), fiero portacolori del Centro Sportivo dell’Esercito Italiano. Da fotofinish, invece, l’assegnazione del titolo di Campionessa Italiana tre le Junior Femminili. A contenderselo fino all’ultimo sono state Gaia Ragazzini e Giorgia Lenticchia. La prima, di Lavezzola (RA) i forza al Centro Sportivo dei Carabinieri, si è presentata alla finale con 115/125, mentre la seconda, di Terni e portacolori della Polizia di Stato, è rientrata tra le migliori sei con 112/125. Appaiate al termine dei lanci regolamentari con un identico 42/50, le due hanno proseguito il duello nello spareggio, vinto dalla ravennate con +1 a +0. Per lei la vetta del podio mentre per la ternana l’argento davanti a Gloria Labemano di Marona (BS), medaglia di bronzo con 114/125 e 30/40. Premiata con lo scudetto di Campione d’Italia anche la prova di Riccardo Caliari di Monzambano (MN), entrato in finale con il dorsale più basso grazie al 112/125 concretizzato nelle cinque serie di qualificazione, e poi primo con 42/50 davanti a Marco del Zenero di Castrocaro Terme (FC), d’argento con 113 e 40/50. Di bronzo, invece, la medaglia conquistata da Nicolas Tavano di Lestizza (UD), terzo con 115 e 31/40. Scorrendo le altre classifiche, da oro e Tricolore è stata anche la prestazione di Amy Gasparetto di Fratta Polesine (RO), primo tra le Allieve con 102/125 e 33/50, seguita sul podio da Irene Teccola di Vicopisano (PI), d’argento nel suo debutto al Campionato Italiano con 103/125 e 30/50, e da Anna Maria D’Aria di Martina Franca (TA), terza con 103 e 20/40. Complimenti per la conquista del titolo italiano anche ad Alessio Giancane di Monteroni di Lecce, migliore tra le Giovani Speranze Maschili con 115/125 (+2) e 38/50, a Chiara Lazzeri di Firenze, prima tra le Giovani Speranze Femminili con 95/125 e 39/40, a Matteo Sertori di Pisogne (BS), migliore tra gli Esordienti maschili con 62/75 e 20/25 (+1), ed a Carlotta Parrotti di Casarano (LE) prima tra le Esordienti Femminili con 55/75 e 21/21. Passando allo Skeet, nelle cui classifiche hanno gareggiato in 60, tra gli Junior la gara è stata dominata in entrambe le sue fasi da Andrea Galardini. Il giovane rappresentante delle Fiamme Oro, toscano di Calenznao (FI), ha chiuso le cinque serie di qualificazione con un eccellente 121/125 ed ha poi proseguito la sua galoppata verso la vetta del podio con un altrettanto entusiasmante 57/60 nel round decisivo. Alle sue spalle la piazza d’onore è stata occupata con merito da Andrea Lapucci, anche lui toscano ma di Monsummano Terme (PT) e in forze alle Fiamme Oro, medaglia d’argento con 117/125 (+/) e 55/60. Umbro il terzo classificato, Daniele Marroni di Arrone (TR), medaglia di bronzo con 117/125 (+5) e 46/50. Da prima della classe anche la gara di Sara Bongini di Impruneta (FI). La rappresentante delle Fiamme Oro si è meritata il primato delle qualificazioni con 112/125 e poi quello di finale con 49/60 guadagnandosi l’oro ed il titolo di Campionessa Italiana davanti a Damiana Paolacci (Fiamme Oro) di Roma, seconda con 108 e 44/60, ed a Giulia Basso di Gazzo Padovano (PD), terza con 106 e 37/50. Campione Italiano del comparto Allievi si è diplomato Marco Coco (Fiamme Oro) di Tor San Lorenzo (RM), in finale con il dorsale numero due grazie al punteggio di 116/125 e poi oro con 51/60. Con lui sul podio sono salti anche Damiano Schiavone di Leporano (TA), argento con 115 e 43/60, e Manuel Marelli di Gussago (BS), di bronzo con 112 e 36/50. Infine, l’ultimo oro e l’ultimo scudetto della giornata sono andati a Matteo Bragalli di Pistoia (PT), migliore tra gli Esordienti con 63/75 e 21/25 (+4). (Fonte FITAV)

Le foto presenti su La Dea della Caccia sono in parte prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione potranno segnalarlo alla redazione - info@ladeadellacaccia.it - che provvederá prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.