TOP-MENU

Alberto Fernandez

TIRO A VOLO. ANTONIN DESERT È IL VINCITORE DELL’OTTAVO GRAN MONDIALE PERAZZI

Tutto esaurito, al Concaverde di Lonato del Garda, per l’VIII Gran Mondiale Perazzi che, ancora una volta, ha portato sulle pedane lonatesi 648 tiratori provenienti da tutti e cinque i Continenti. Un risultato che non deve stupire perché, anno dopo anno, le iscrizioni si chiudono sempre più in anticipo e la lista d’attesa di coloro che vogliono prendere parte alla manifestazione si fa sempre più lunga.

A trionfare nella finalissima di domenica 21 luglio, dopo tre giorni di gara e 200 piattelli di selezione, è stato il francese Antonin Desert (46/50), sesto classificato nel mondiale conclusosi, proprio a Lonato, poco più di una settimana fa. Una vittoria tutt’altro che scontata, che l’ha visto fronteggiarsi contro medagliati olimpici e mondiali. Tant’è vero che, solo dopo un lungo spareggio contro il due volte campione del mondo Alberto Fernandez, il tiratore d’oltralpe ha potuto levare al cielo la Coppa Famiglia Perazzi. Il campione spagnolo, d’altro canto, ha avuto più di una ragione per gioire. Fernandez, infatti, si è aggiudicato la Vittoria Alata, trofeo in argento destinato al migliore tiratore assoluto (con il punteggio di 194/200), insieme al titolo di migliore straniero in gara, al premio per il punteggio più alto nella seconda giornata della competizione e al secondo posto nel barrage riservato agli atleti della categoria Eccellenza. Alle spalle dei due tiratori stranieri si è piazzato l’azzurro Alessandro Chianese (37/40), atleta di livello internazionale nel double trap assolutamente a suo agio anche nella fossa olimpica, quindi il croato Josip Glasnovic (32/35), campione olimpico in carica, il ceco David Kostelecky (23/30), anche lui oro olimpico nel 2008, e un altro italiano, Jacopo Cipriani, da tempo nell’orbita della nazionale azzurra.

,