TOP-MENU

TIRO A VOLO. CAMPIONATO DELLE REGIONI

TIRO A VOLO. CAMPIONATO DELLE REGIONI: D’ORO LA CAMPANIA (TRAP), LA LOMBARDIA (DOUBLE) E L’UMBRIA (COMPAK)

Quello appena trascorso è stato un fine settimana di movimentazione generale per il Tiro a Volo. Protagoniste delle tre principali gare del calendario federale sono state, infatti, le Regioni italiane, impegnate nei Campionati a loro dedicati. Partendo da quello riservato agli specialisti di Fossa Olimpica, organizzato ed ospitato dal Tav Torretta di Caltanissetta, ad aggiudicarsi il massimo degli onori è stato il Team della Campania. I campani hanno scalato la classifica delle 17 squadre impegnate nella competizione e sono arrivati alla vetta del podio con una prestazione di alto livello, che li ha portati al totale di 545 punti sui 600 a loro disposizione, con 10 punti di vantaggio sui più diretti inseguitori. A guidare la sua squadra alla vittoria è stato Luigi Mele di Somma Vesuviana (NA), unico ad aver raggiunto la vetta dei 94 su 100, seguito da Antonio Conte di Castel Volturno (CE) con 93, Simone Lo Schiavo di Sant’Egidio del Montalbin (SA) ed Eugenio Mazuillo di Sorrento (NA), entrambi con 91, Rosario Coccia di Agerola (NA) con 89 e Matteo D’Ambrosi di Sarno (SA) con 87. Per assegnare le medaglie d’argento e di bronzo è stato necessario uno spareggio tra i portacolori dell’Umbria e quelli del Veneto, appaiati a quota 535. Al termine dello spareggio la meglio l’hanno avuta i primi con il team formato da Andrea Chiavini, Marcello Tittarelli, Marco Paolini, Franco Felici, Davide Allegrucci e Mario Simonetti che con 137/150 a 131/150 hanno avuto ragione dei veneti Lionello Masiero, Vito Contardo, Carlo Peloso, Mario De Donato, Gaetano Maccarelli ed Edoardo Gerotto. Per quanto riguarda il Compak, il Tav Vetralla ha accolto le 13 compagini in gara ed ha fatto da palcoscenico alla riconferma del team dell’Umbria come migliore tra quelli regionali. Attesi in pedana come i campioni uscenti, gli umbri hanno saputo bissare l’oro del 2016 con determinazione grazie alla eccellente prova di Michael Spada di Fabro (TR), Francesco Rosati di Terni, Matteo Cestra di Sabaudia (LT), Paolo Arcangioli di Cetona (SI), ma tesserato in un sodalizio umbro, Francesco Bordoni di Terni e Alessandro Piantoni di Collescipoli (TR). Per loro la medaglia d’oro è arrivata con il punteggio di 537/600 davanti alla squadra della Toscana, argento con 534 grazie alle prestazioni di Luca Busdraghi, Manrico Sani, Marco Ballerini, Andrea Masi, Luca Spampani e Antonello Sforzi, ed a quella del Veneto, bronzo con 523 realizzato con il contributo di Cristian Camporese, Fabio Permunian, Moreno Bonigolo, Francesco Filomeno, Paola Cuccarolo e Claudio Camporese. Infine, per quanto riguarda la gara riservata agli specialisti di Double Trap tra le sette squadre in gara sulle pedane del Tav San Fruttuoso di Castel Goffredo (MN) la migliore è stata quella dei padroni di casa della Lombardia. Cristian Filippi di Monticelli Brusati (BS), Almerino Carraretto di Meda, Renato Ferrari di Provaglio d’Iseo (BS), Alessandro Bissolotti di Roncadelle (BS), Andrea Vezzoli di Rovato (BS) e Alberto Garosio di Passirano (BS) hanno totalizzato 537 punti su 720 e si sono meritati l’oro con un solo punto di vantaggio sui secondi, gli umbri Paolo Sparamonti, Veniero Spada, Umberto Cresti, Simone Grancio, Alessandro Lince e Mauro Piermarini, d’argento con 536. Sul podio per il bronzo i portacolori delle Marche Roberto Zallocco, Eugenio Rinaldoni, Stefano Marconi, Stefano Rossini, Dardo De Carlonis e Luca Ferri con il totale di 522. Contestualmente al Campionato delle Regioni, al Tav San Fruttuoso sono stati assegnati anche i titoli di Campione d’Italia per il calibro 20. Ad aggiudicarsi quello d’Eccellenza è stato Ercole Buffoli di Marcheno Val Trompia (BS), mentre quello del Settore Giovanile è stato appannaggio di Fabio Fiandri di Carpi (MO). Da Tricolore anche le prestazioni di Lorenzo Gonnesi Fabbri tra i Prima Categoria, di Roberto Zallocco tra i Seconda, di Vittorio Frapporti tra i Veterani e di Almerino Carraretto tra i Master. (Fonte FITAV)

,

Le foto presenti su La Dea della Caccia sono in parte prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione potranno segnalarlo alla redazione - info@ladeadellacaccia.it - che provvederá prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.