TOP-MENU

foto di gruppo

TIRO A VOLO. ELICA: TITOLI IRIDATI PER PRADO, BARILLÀ ED ILACQUA

Sfidando questo 2020 non certo fortunatissimo e tra mille difficoltà il Campionato del Mondo di Elica, organizzato dal Tav Ghedi (BS) e dalla Fitav, si è svolto nel migliore dei modi. In pedana sfidando il maltempo e rispettando le vigenti norme di distanziamento sociale per contrastare la pandemia da Covid-19 si sono misurati 174 specialisti in rappresentanza di Italia, Francia, Gran Bretagna, Germania, Svizzera, Arabia Saudita e Cile. Con loro anche il Presidente della Fitasc, Federazione Internazionale delle Armi Sportive e da Caccia, Jean Francois Palinkas, il Presidente Federale Luciano Rossi e, come ospiti del Comitato Organizzatore, i tiratori di Para-Trap ed il CT azzurro Benedetto Barberini. Assolutamente favorevoli ai colori azzurri i verdetti delle pedane. Nella classifica Assoluta il migliore in gara è stato Leandro Roberto Prado, argentino di nascita e marchigiano d’adozione da molti anni. Il tiratore di Appignano (MC) ha centrato il Titolo Iridato non senza dover fare ricorso a tutta le sue doti di tiratore, dapprima polverizzando 28 eliche nelle fasi regolamentari e poi misurandosi in un complicato spareggio con altri quattro tiratori approdati allo stesso punteggio totale. Il primo ad uscire dal duello è stato Emilio Scaravelli di Brescia, quinto con 28 +4, seguito da Roberto Proietti di Amelia e Alessandro Nicotra di San Giacomo, entrambi fermatisi a +9 e lasciando a contendersi il titolo Prado ed il romano Fabio Parisi, caduti sul +10. Nello scontro a due la meglio l’ha avuta proprio Prado con +1, mentre Parisi si è dovuto accontentare dell’argento con +0. Sul terzo gradino del podio Nicotra di San Giacomo con +9 +2 ai danni di Proietti, quarto con +9 e +1. Al femminile l’oro ed il titolo di Campionessa del Mondo se li è assicurati Emanuela Barillà di Spartà (ME). La siciliana ha duellato oltre i lanci regolamentari con la britannica Dionne Rogers, giunta anche lei al totale di 24 eliche. Le due hanno mantenuto la parità anche nello spareggio, sbagliando entrambe la quinta elica dopo aver polverizzato le prime quattro lanciate. Nel successivo scontro l’azzurra è stata quella a mantenere i nervi più saldi e si è arrampicata sulla vetta del podio con +4 a +3. Terza Marzia Ruffo di Milano, medaglia di bronzo con 22. Tutto azzurro il podio Junior con l’oro di Giacomo Ilacqua di Santo Stefano di Briga (ME), unico tiratore del suo comparto a non essersi lasciato scappare 26 eliche, seguito sul podio da Andrea Cito di Martina Franca (TA), medaglia d’argento con 22, e da Lorenzo Tosi di Livorno (LI), bronzo con 21. Dopo la mezza gioia della classifica Open, Fabio Parisi si è goduto la grande soddisfazione del vertice del podio mettendosi al collo l’oro tra i Senior con 28 davanti a Gianluigi Dardi di Casola Valsenio (RA) con 27, secondo con 27 (+1), e Graziano Giorgi di Porcari (LU), terzo con 27 (+0). Complimenti doverosi vanno tributati anche a Cristiano Forte di Valdagno (VI), migliore in gara tra i Veterani con 24 +5 ai danni di Mauro Fontana di Torrimpietra (RM), secondo con 24 +4, e di Luciano Ciarafoni di Roma, terzo con 24 +3. Infine, per quanto riguarda la gara individuale, Scaravelli si è assicurato l’oro tra i Master con 28 davanti a Giancarlo Serra di Castelfranco Emilia (MO), secondo sul podio con 27, e Germano Pavanello di Abbiategrasso (MI), terzo con 25. Tutti italiani i titoli a squadre, con grande soddisfazione del Commissario Tecnico Giuseppe Rodenghi e di tutto il suo staff. “Abbiamo dimostrato al Mondo di essere sempre tra i migliori, sia in pedana sia come organizzatori, peraltro confermando quanto già racconta la nostra storia – ha commentato il Presidente Rossi – Mi complimento con i nostri tiratori per l’eccellente risultato agonistico e con il Comitato Organizzatore per aver saputo accogliere tutti in piena sicurezza ed al meglio”. (Fonte FITAV)

 

,

Le foto presenti su La Dea della Caccia sono in parte prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione potranno segnalarlo alla redazione - info@ladeadellacaccia.it - che provvederá prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.