TOP-MENU

RESCA E ROSSI DOMINANO IL 1° GRAN PREMIO

TIRO A VOLO. FOSSA: RESCA E ROSSI DOMINANO IL 1° GRAN PREMIO

Daniele Resca e Jessica Rossi son state le due stelle più brillanti del 1° Gran Premio Fitav di Fossa Olimpica che è stato ospitato dalle pedane abruzzesi del Tav Acquaviva di Cellino Attanasio (TE). Nell’impianto si sono dati appuntamento 179 tiratori della categoria Eccellenza e delle qualifiche Ladies e Junior, tutti in gare per le medaglie in palio e per conquistare la qualificazione alla Finale del Campionato Italiano per il Tricolore 2019. Nel comparto della massima categoria Daniele Resca si è meritato il massimo degli onori con una prova di carattere. La sua corsa verso la vetta del podio non è stata priva di insidie. Concluse le cinque serie di qualifica con il punteggio di 118/125 il carabiniere di Pieve di Cento si è ritrovato a dover spareggiare con altri sette tiratori per due dei sei posti della finale. Dopo essersi assicurato il dorsale numero 5 con un ottimo +13, Resca si è chiuso in una profonda concentrazione che gli ha permesso di superare indenne tutte le eliminatorie e arrivare al duello finale contro il collega carabiniere Luca Miotto di Ciliverghe con un solo punto di vantaggio (36/40 a 35/40). Nel rush finale i due si sono affrontati senza risparmiarsi, ma Resca è riuscito ad amministrare l’esiguo vantaggio e ai è messo la collo la medaglia d’oro con lo score di 45/50, lasciando a Miotto l’argento con 44/50. Con loro sul podio per la medaglia di bronzo è salito anche il poliziotto tarantino Mauro De Filippis con 35/40. Al femminile la classifica ha avuto la sua dominatrice in Jessica Rossi. La poliziotta di Crevalcore (BO), Campionessa Olimpica a Londra 2012, ha dominato entrambe le fasi della gara chiudendo le qualificazioni con 116/125 e la finale con 42/50. A darle il maggior filo da torcere è stata Alessia Iezzi, carabiniera di Manoppello (PE) che, entrata in finale in quinta posizione con uno spareggio grazie al punteggio di 112/125 +3, nel round conclusivo ha scalato la classifica fino a meritarsi il duello per le due medaglie più importanti ed ha chiuso la gara sulla piazza d’onore con 39/50. Terza la poliziotta umbra Fiammetta Rossi di Foligno con 30/40. Di altissimo livello anche la gara delle due qualifiche Junior. Nella maschile il migliore in pedana è stato Edoardo Antonioli (Fiamme Oro) di Conselice (RA). Entrato in finale in quinta posizione grazie al punteggio di 115/125 +1, il giovane romagnolo si è ritrovato a contendersi con Lorenzo Ferrari (Fiamme Oro) di Provaglio d’Iseo (BS) il primo e secondo posto assoluti. Il duello è iniziato con il parziale di 35/40 a 33/40 a favore del bresciano, ma il perfetto 10/10 ha permesso ad Antonioli di effettuare il sorpasso e mettersi al collo l’oro con il totale di 43/50 mentre a Ferrari, inciampato in tre errori che gli hanno fatto perdere terreno, è toccato l’argento con 42/50. Di bronzo la prestazione concretizzata dal sardo Matteo Marongiu (Fiamme Oro) di Sassari con 29/40. Da cardiopalma anche le fasi conclusive della gara delle Junior Femminili. In questo caso ad accendere gli animi è stato il duello che ha visto contrapposte Gaia Ragazzini di Conselice (RA) e Greta Luppi di Crevalcore (BO). Dopo essersi meritate la finale, la prima con 111/125 e la seconda con 109/125, le due portacolori dell’Emilia Romagna hanno affrontato la corsa alle medaglia con eguale determinazione e grinta, presentandosi al traguardo con l’identico punteggio di 37/50. A questo punto solo lo spareggio ha potuto dirimere la questione, assegnando l’oro alla Ragazzini con +4 e l’argento alla Luppi con +3. (Fonte FITAV)