TOP-MENU

20210914b

TIRO A VOLO. SETTORE GIOVANILE: PER IL CAMPIONATO ITALIANO IN PEDANA 330 NUOVE LEVE

Numeri da record quelli che ha fatto registrare l’ultima gara dedicata al Settore Giovanile della FITAV in questo 2021. Sono stati 330 i giovani tiratori che nel fine settimana hanno letteralmente invaso le pedane toscane del Tav Montecatini per aggiudicarsi gli scudetti tricolore. Tra i 275 specialisti di Fossa Olimpica in gara, a meritarsi l’oro ed il titolo di Campione Italiano della classifica Junior Maschili è stato Emanuele Iezzi di Manoppello (PE) che ha padroneggiato tutte le fasi della competizione. Con 121/125 (+3) si è meritato il dorsale numero uno nella finale e con 43/50 si è lasciato alle spalle tutti gli avversari nella corsa alla medaglia più ambita. Medaglia d’argento per Lorenzo Franquillo di Città di Castello (PG), autore di un ottimo 120/125 (+1) in qualifica e in finale ha ceduto il passo per un solo piattello (42/50 in finale per lui); terzo gradino del podio e bronzo per Michele D’Aniello di Nettuno (RM) con 120/125 e 33/40. Tra le Junior Femminili a scalare il podio fino alla vetta è stata Sofia Littamè di Baone (PD) con il risultato di 112/125 in qualifica e 41/50 in finale. D’argento la prova di Teresa Maria Maccioni di Villagrande Strisaili (NU), dorsale numero due per lei in qualifica con 111 e finale conclusa con 38/50. Prova di bronzo per Gaia Ragazzini di Lavezzola (RA) con lo score di 110/125 e 32/40. Passando al comparto degli Allievi, al maschile l’oro e il titolo italiano se l’è meritato Mario Gabriele di Foggia con 114/125 (+2) e 40/50, dietro di lui Giovanni Gambaro di Genova argento con 112/125 e 39/50 e Demetrio Pupeschi di Pontedera (PI) bronzo con 113/125 e 31/40. Al femminile la nuova campionessa italiana è stata Sofia Gori di Forlì (FC), d’oro con 106/125 e 38/50, davanti a Krizia Paniccia di Sezze (LT), d’argento con 105 e 33/50, e a Ilaria Borlini di Premolo (BG), di bronzo con 91+1 e 24/40. D’oro la gara condotta da Alessandro Materazzo di Viterbo nella classifica delle Giovani Speranze. Con 111/125 (+4) nelle cinque serie di qualifica e 41/50 ha costretto all’argento Mario Leogrande di Fasano di Brindisi con 113 +1 e 38/50. Con loro sul podio anche Lorenzo Gallo di Leggiuno (VA) con 111 e 28/40. Tra le Giovani Speranze Femminili Veronica Zambon di Pramaggiore (VE) si è meritata l’oro con 102/125 e 43/50, seguita sul podio da Arianna Rossetto di Isola Vicentina (VI) e Valentina Archetti di Coccaglio (BS), rispettivamente d’argento con 101 e 37/50 e di bronzo con 113 e 30/40. Le ultime medaglie del Trap sono andate agli Esordienti Maschili ad Andrea Guidi di Casnigo (BG) oro con 98 e 20/25, a Filippo Braggio di Roncà (VR) argento con 97 e 16/25 e a Federico Scardino di Sava (TA) bronzo con 99 e 15/25 (+1), mentre quelle destinate alle Esordienti Femminili se le sono meritate Ambra Parodi di Cazzago San Martino (BS) prima con 95 e 18/25 in finale, Simona Tonni di Bedizzole (BS), seconda con 86 e 16/25, e Beatrice Zambon di Pramaggiore (VE), terza con 75 e 14/25. Passando allo Skeet, sono stati 55 gli specialisti che hanno calcato le pedane della struttura toscana. Tra gli junior Maschili il nuovo campione italiano è Marco Coco di Ardea (RM) che con il miglior risultato di qualifica, 121/125 per lui, ha sgretolato in finale ben 54 piattelli sui 60 disponibili, superando la concorrenza di Francesco Bernardini di Fara Sabina (RI), secondo in qualificazione con 119/125 e poi ancora secondo in finale con 52/60. Alle loro spalle il bronzo lo ha conquistato Andrea Galardini di Calenzano (FI) con 117/125 e 42/50. Nel comparto delle Junior Femminili il gradino più alto del podio se l’è meritato Sara Bongini di Impruneta (FI) che dopo aver avuto accesso alla finale con il miglior punteggio di 104/125 ha brillantemente condotto la stessa vincendo grazie al risultato di 54/60. Molto distante da lei l’argento Giada Longhi di Roccaranieri (RI) con 105/125 in qualificazione e 43/60 e il bronzo Lucrezia Bandini di Brescia con 111/125 e 34/50. Il primato nella classifica Allievi se l’è aggiudicato Antonio La Volpe di Montegiordano (CS), protagonista di una gara condotta in testa dall’inizio alla fine: 117/125 in qualifica e 54/60 in finale hanno fatto si che la concorrenza di Cristian Giudici di Borgo Velino (RI), secondo con 108/125 (+4) e 53/60 e di Christian Guarino di Scanzano Jonico (MT), terzo con 108/125 (+3) e 40/50 fosse completamente annullata. Complimenti meritatissimi anche per Valerio De Nicola di Marino (RM), oro tra gli Esordienti con 105/125 e 48/60. Alle sue spalle sul podio sono saliti anche Matteo Bragalli di Pistoia secondo con 113 e 44/60, e Francesco Fortunati di Roma, terzo con 110 e 30/50. Grande la soddisfazione del Presidente Federale Luciano Rossi alla fine della competizione: “Rientro a casa con un sentimento di fierezza sorprendente; i risultati che i nostri ragazzi e le nostre ragazze hanno fatto registrare oggi sono davvero di altissimo profilo. Sono molto contento della riuscita di questa manifestazione, frutto del lavoro di una Federazione che crede fermamente nel futuro di queste nuove leve e che si impegna quotidianamente con concretezza per non far mancare loro le attenzioni che meritano.” (Fonte FITAV)

Le foto presenti su La Dea della Caccia sono in parte prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione potranno segnalarlo alla redazione - info@ladeadellacaccia.it - che provvederá prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.