TOP-MENU

MIXED JUNIOR

TIRO A VOLO. TRAP: L’ITALIA VINCE CON LA DOPPIA COPPIA NEL MIXED JUNIOR

Il tricolore ha dominato la scena nelle premiazione dello scorso 8 settembre al Changwon International Shooting Range. A farlo sventolare sui pennoni più alti dell’impianto coreano sono state le coppie miste del Trap Junior formate da Erica Sessa e Lorenzo Ferrari e da Maria lucia Palmitessa e Matteo Marongiu, rispettivamente d’oro e d’argento, e la squadra di Double Trap formata da Andrea Vescovi, Daniele Di Spigno e Marco Innocenti, Campione del Mondo tra i Team. Per quanto riguarda il Mixed Team Junior, le due coppie italiane hanno letteralmente dominato la scena. Dopo aver brillato nella gara individuale Erica Sessa (Fiamme Oro) di Cava dei Tirreni (SA) e Lorenzo Ferrari (Fiamme Oro) di Provaglio d’Iseo (BS), la prima con la conquista dell’oro e del titolo iridato ed il secondo con il bronzo, hanno confermato il grande stato di forma conquistando il titolo di Campioni del Mondo entrando in finale con il punteggio di 136/150 e poi assicurandosi la prima posizione assoluta con quello di 42/50 che è anche il nuovo record del mondo di finale. Sul secondo gradino del podio si sono accomodati Maria Lucia Palmitessa (Fiamme Oro) di Monopoli (BA) e Matteo Marongiu (Fiamme Oro) di Sassari, entranti in finale con dorsale numero uno con il miglior punteggio di 140/150 e poi d’argento con il conclusivo 35/50. “Sono davvero molto contento per questi ragazzi –ha commentato il Direttore Tecnico Albano Pera – Hanno fatto un grande lavoro e sono arrivati pronti. I complimenti maggiori vanno, di sicuro, a Sessa e Ferrari che hanno centrato il risultato nella gara individuale ed in quella di oggi. Sono sicuro che ci daranno altre soddisfazioni”. In gara anche gli specialisti di Double Trap. Migliore degli azzurri è stato Andrea Vescovi (Fiamme Oro) di Città di Castello (PG) che è arrivato ai piedi del podio con il punteggio di 139/150, dovendosi accontentare del quarto posto. Davanti a lui l’indiano Anlur MIttal, il cinese Yiyang Yang e lo slovacco Hubert Plejnik, rispettivamente d’oro, d’argento e di bronzo. Sesto Daniele Di Spigno (Fiamme Oro) di Terracina (LT) con 137, mentre Marco Innocenti di Montemurlo (PO) si è fermato in ottava piazza con 135. I tre azzurri si sono consolati con l’oro a squadre ottenuto grazie al totale di 411/450. Alle loro spalle gli avversari cinesi e quelli indiani. In gara, ma solo per un Gran Premio Internazionale, il comparto Junior. D’argento la prestazione di Marco Carli di Agna (PD) con 135/150, mentre Eraldo Apolloni di Thiene (VI) e Jacopo Duprè de Foresta (Fiamme Oro) di Montepulciano (SI) si sono classificati, rispettivamente, al quarto posto con 129 ed al quinto con 126. Per loro anche il secondo posto a squadre con 390. (Fonte FITAV)

Le foto presenti su La Dea della Caccia sono in parte prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione potranno segnalarlo alla redazione - info@ladeadellacaccia.it - che provvederá prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.