TOP-MENU

PALMITESSA E BUCCOLIERI VINCONO NEL MIXED TEAM

TIRO A VOLO. V EMIR CUP – FOSSA OLIMPICA: PALMITESSA E BUCCOLIERI VINCONO NEL MIXED TEAM

Gara delle mille emozioni quella del Mixed Team di Fossa Olimpica in programma ieri alla quinta edizione della Emir Cup al Tav Umbriaverde – Todi (PG). Sono stati Maria Lucia Palmitessa e Emanuele Buccolieri a conquistare la vittoria, ma il successo del giovane team pugliese è maturato al termine di una finale assolutamente rocambolesca che ha confermato la grande spettacolarità della disciplina che debutterà ufficialmente in sede olimpica a Tokyo 2020.

Palmitessa e Buccolieri avevano ottenuto l’accesso alla finale con il miglior punteggio di qualificazione (143/150), ma nella finale dell’Emir Cup del doppio misto con 141 si erano assicurati un posto tra le sei formazioni più forti anche il team di Massimo Fabbrizi e Alessia Iezzi e quello di Adriana Rubini e Samuele Faustinelli. Con 139 erano della partita la formazione composta da Daniele Resca e Valeria Raffaelli e quella di Carloina Paganin e Mauro De Filippis (assolutamente spettacolare il 75/75 del tarantino delle Fiamme Oro nella fase di qualificazione della gara). Al termine di un combattutissimo shoot-off che metteva a confronto addirittura cinque coppie per un solo posto in finale, erano Sofia Littamè e Lorenzo Ferrari (a quota 138/150) a strappare l’ultimo ticket.

Ma la padovana Littamè e il bresciano Ferrari erano anche i primi ad essere esclusi dalla gara al termine dei primi venticinque lanci di scrematura. Un po’ sorprendente anche l’esclusione della coppia formata da Adriana Rubini e Samuele Faustinelli nello step successivo di cinque piattelli poiché la formazione lombarda aveva addirittura capeggiato la graduatoria a più riprese nel corso del round precedente. Dopo che Daniele Resca e Valeria Raffaelli si erano frattanto fermati al quarto posto, erano Mauro De Filippis e Carolina Paganin ad andare ad occupare lo scalino di bronzo del podio: l’inedito team veneto-pugliese si attestava infatti al terzo posto con 32/40. La sfida conclusiva era dunque circoscritta alla formazione composta da Emanuele Buccolieri e Maria Lucia Palmitessa e a quella di Massimo Fabbrizi e Alessia Iezzi: i due team affrontavano l’ultimo step di dieci piattelli in perfetta parità a quota 33/40. Fabbrizi era implacabile nell’ultimo suo round e colpiva i cinque piattelli con perfetta sicurezza facendo approdare il suo team a quota 38. L’errore al primo dei cinque turni di Emanuele Buccolieri collocava invece il team pugliese a quota 37. Tornavano in pedana le due ragazze delle formazioni per l’ultimo step e se Maria Lucia Palmitessa completava i suoi cinque lanci senza errori proiettando il punteggio definitivo della squadra a 42/50, Alessia Iezzi, dopo quattro centri, incappava invece nell’errore all’ultimo lancio della gara neutralizzando il vantaggio minino che avrebbe sancito la vittoria del suo team. Tutto demandato allo shoot-off, dunque. Ma nel fulmineo spareggio che metteva di nuovo a confronto le due ragazze, al centro di Lucia Palmitessa faceva seguito un altro sorprendente errore di Alessia Iezzi che donava perciò il definitivo primato alla formazione dei pugliesi. Emir Cup Trap Mixed Team 1. Maria Lucia Palmitessa – Emanuele Buccolieri 143/150 + 42/50 + 1 2. Alessia Iezzi – Massimo Fabbrizi 141 + 42 + 0 3. Carolina Paganin – Mauro De Filippis 139 + 32/40. (Fonte FITAV)