TOP-MENU

TIRO CON ARCO - EUROPEI INDOOR

TIRO CON L’ARCO. EUROPEI INDOOR: 19 AZZURRI VOLANO AGLI OTTAVI

L’Italia brilla a Vittel al termine della prima giornata del Campionato Europeo Indoor. Gli azzurri dell’arco olimpico e del compound, dopo le ottime qualifiche disputate tra mattina e pomeriggio, conquistano in massa il passaggio agli ottavi di finale e rimangono in corsa per le medaglie individuali. Ottimi risultati anche per le squadre, tutte qualificate per gli scontri diretti. Tanti i protagonisti di giornata, tra questi da segnalare Festi, Mior, Sut che si prendono il nuovo record italiano compound Junior e quello a squadre Nazionali.
Domani [9 marzo, n.d.r.] in programma tutte le sfide individuali fino alle semifinali, al pomeriggio i match fino alle semifinali a squadre Junior sia compound che arco olimpico.

GLI SCONTRI DIRETTI DI OGGI – Azzurri avanti tutta nell’arco olimpico senior. Grazie al terzo posto in qualifica Marco Galiazzo era già qualificato agli ottavi dove domani affronterà il britannico Tom Hall. Oggi hanno raggiunto il compagno anche David Pasqualucci, vincente 7-1 sul turco Burak Bereket, e Massimiliano Mandia, per lui successo 6-2 sull’ucraino Mykyta Shyshkin. Il titolare di Rio 2016 sfiderà lo sloveno Rok Bizjak, l’atleta delle Fiamme Azzurre se la vedrà con il forte olandese Rick Van der Ven.

Tra le donne Claudia Mandia, qualificata agli ottavi grazie al sesto posto in qualifica, affronterà la francese Angeline Cohendet.

Passano il turno tra gli Junior Simone Guerra e Matteo Canovai. Il primo batte 6-4 lo svedese Ludvig Flink e domani affronterà il turco, primo in qualifica, Meric Erdal Dal. Il secondo dopo il successo 6-4 sul russo Erdem Tsydypov aspetta il match con il francese Valentin Ripaux. Esce di scena Federico Musolesi sconfitto 6-2 dall’ucraino Mykyta Kravchuk.

Tra le Junior tutto facile per Tatiana Andreoli e Vanessa Landi che si sbarazzano rispettivamente di Medea Gvinchidze (6-2) e di Anna Tobolewska (7-1). Agli ottavi affronteranno l’ucraina Kateryna Mazorchuk e la russa Tuiana Budazhapova. Sconfitta ed eliminata Tanya Giaccheri dalla slovena Sanja Tevz (6-2).

Volano agli ottavi con un doppio 149-148 Sergio Pagni e Jacopo Polidori. Il primo elimina lo svizzero Marco Petraglio e domani affronterà in una super sfida il campione olandese Peter Elzinga, il secondo batte lo sloveno Dejan Sitar e se la vedrà con il croato Domagoj Buden, secondo al termine della gara di qualifica. Esce di scena dopo il 147-145 subito dal croato Mario Vavro, Michele Nencioni.

Sarà derby agli ottavi di finale femminili tra Marcella Tonioli, vincente 145-142 su Clementine De Giuli (SWI), e Irene Franchini, già qualificata dopo le prime 60 frecce del suo Europeo. Passaggio del turno anche per Laura Longo che batte 144-140 la danese Erika Anear e domani affronterà Ecem Cansu Coskun.

En plein anche per gli Junior compound. Jesse Sut batte 145-141 Valentin Rusu e se la vedrà con il britannico James Howse, Viviano Mior elimina 145-141 Jacob Caine (GBR) e aspetta il match con il turco Goksel Altintas e Manuel Festi vince allo shoot off 144-144 (10*-10) il polacco Filip Szelag e prepara la sfida con il britannico Luke Ralls.

Derby agli ottavi anche per le Junior del compound. Erica Benzini batte 145-141 Isabelle Carpenter (GBR) e si guadagna la sfida con Elisa Roner, seconda dopo le qualifiche. Passa il turno anche Camilla Alberti con il 144-140 con cui si sbarazza della francese France Soriano. Il suo prossimo avversario sarà la russa Bairma Aiurzanaeva.

LE QUALIFICHE ARCO OLIMPICO – Prestazioni di altissimo livello per gli azzurri dell’arco olimpico maschile. Marco Galiazzo, dopo aver comandato la classifica per lunghi tratti della gara, si assesta in terza posizione con 589 punti. Subito dietro di lui c’è David Pasqualucci, quarto con il punteggio di 589 grazie ad una ottima rimonta nelle seconde trenta frecce. Dodicesima posizione per Massimiliano Mandia con 579 punti. Al termine delle qualifiche prima posizione per il russo Artem Makhnenko (591) e seconda per l’ucraino Sergii Makarevych (590).
Italia seconda nella classifica a squadre con 1754 punti, quattro in meno della Russia. La posizione permette agli azzurri di volare direttamente in semifinale dove si troveranno davanti la vincente del match tra Ucraina (Havelko, Makarevych, Shyshkin) e Turchia (Bereket, Gulacar, Yasa).

In campo femminile l’unica rappresentate della Nazionale è Claudia Mandia che dopo 60 frecce si classifica sesta con 582 punti. Primo posto per la russa Tatiana Biltrikova davanti alla coppia ucraina Veronika Marchenko e Anastasia Pavlova, entrambe a quota 589.

Anche tra gli Junior passano il turno tutti e sei  gli arcieri azzurri. Tra gli uomini il migliore è Federico Musolesi ottavo con 582 punti, Simone Guerra (576) è sedicesimo mentre Matteo Canovai si assesta in ventiseiesima posizione con il punteggio di 570. In testa alla graduatoria il francese Thomas Chirault e il turco Erdal Meric Dal (587), terzo l’altro padrone di casa Thomas Koenig (586).
Il terzetto azzurro totalizza 1728 punti e in classifica figura al quarto posto dietro a Francia, Turchia e Germania.

Italia stratosferica tre le Junior. Primo posto per Tatiana Andreoli con 585 punti davanti alla britannica Bryony Pitman (582) e all’ucraina Solomiya Trapeznikova (579). Ottimo sesto posto per Vanessa Landi con 575 punti mentre Tanya Giaccheri chiude decima (570). Le azzurrine volano così al primo posto nella gara a squadre con 1730 punti, otto in più della Russia, seconda, mentre in terza posizione si piazza l’Ucraina (1712).
Entrambe le selezioni Junior italiane sono già ai quarti di finale. I ragazzi se la vedranno con la Russia (Cheeremiskin, Dugarov, Tsydypov) mentre le azzurrine aspettano la vincente del match tra Georgia (Dumbadze, Gegenava, Gvinchidze) e Romania (Gatco, Miron, Roscovanu).

LE QUALIFICHE COMPOUND – Al pomeriggio prime frecce degli Europei di Vittel per gli azzurri del compound. In campo maschile Sergio Pagni si prende l’ottavo posto con 593 punti e una gara molto costante. Diciottesima piazza per Jacopo Polidori con il punteggio di 587 mentre Michele Nencioni chiude con 583 punti e il ventiduesimo posto. In classifica comanda Mike Schloesser (NED) con lo stratosferico 598 con cui mette in riga gli avversari, primi fra tutti i croati Domagoj Buden e Ivan Markes entrambi a quota 595.
Nella gara a squadre l’Italia partirà dal quinto posto (1763 punti) e ai quarti si troveranno di fronte la Francia (Boulch, Brasseur, Doussot).

Terminano la gara tutte tra le prime venti le azzurre in un classifica che vede primeggiare la belga Sarah Prieels (594) davanti alla danese Tanja Jensen (591) e alla turca Cansu Ecem Coskun (590). Sesta posizione per Irene Franchini con 588 punti, undicesima Marcella Tonioli con il punteggio di 581, una lunghezza più indietro c’è Laura Longo che conclude le sessanta frecce al quattordicesimo posto.  Secondo posto a squadre per le azzurre con 1749 punti, tre in meno della Danimarca prima e dieci in più dell’Olanda terza. L’ottima qualifica permette all’Italia di essere già in semifinale dove aspetta la vincente di Olanda (Couwenberg, De Laat, Van Caspel)-Gran Bretagna (Clark, Foster, Greenwood).

Giornata d’oro per gli Junior Viviano Mior, Jesse Sut e Manuel Festi. Il trio con il punteggio di 1761 migliora sia il record italiano che quello per squadre Nazionali. Gli azzurrini si prendono anche la prima posizione in classifica davanti a Danimarca (1759) e Russia (1746) che vale il passaggio diretto in semifinale in cui affronteranno una tra Estonia (Aas, Jaatma, Puusepp) e Gran Bretagna (Caine, Howse, Ralls).
I tre ragazzi del Kosmos Rovereto si fanno valere anche nell’individuale. Mior e Sut fanno segnare entrambi 588 punti, punteggio che vale rispettivamente il quinto e il sesto posto. Per Festi 585 punti e nono posto.

Grande prova tra le Junior per Elisa Roner seconda in classifica con lo stesso punteggio (586) della prima Mariya Shkolna (POL). In terza posizione c’è la russa Bairma Aiurzanaeva con 585 punti. Camilla Alberti chiude quattordicesima con 571 punti mentre Erica Benzini è diciottesima (568).
Nella gara a squadre Italia terza (1725 punti) dietro a Russia (1730) ed Estonia (1727) e attesa dalla partita ai quarti di finale contro la Francia (Grandjean, Sancenot, Soriano). (Fonte FITARCO)

,

Le foto presenti su La Dea della Caccia sono in parte prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione potranno segnalarlo alla redazione - info@ladeadellacaccia.it - che provvederá prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.