TOP-MENU

locandina festival dello sport

TIRO CON L’ARCO. I CAMPIONI DELLA FITARCO AL FESTIVAL DELLO SPORT DI TRENTO

Lo scorso anno, alla prima edizione del Festival, la FITARCO è stata presente con Oscar De Pellegrin, che ha presentato il suo libro biografico “Ho fatto centro” e con l’aviere Olimpionico Marco Galiazzo che ha partecipato al talk dedicato agli atleti di alto livello appartenenti ai Gruppi Sportivi Militari.
La Gazzetta dello Sport ha però voluto premiare il fascino del tiro con l’arco chiedendo alla Federazione di mettersi in gioco in maniera massiccia, dandole la possibilità di essere presente all’evento di quest’anno, che comincerà giovedì 10 e si concluderà domenica 13 ottobre, con un vero e proprio camp interamente dedicato al tiro con l’arco.

Grazie al lavoro del presidente del Comitato Provinciale FITARCO Trento Daniele Montigiani, alla Federazione è stato infatti riservato un ampio spazio in Piazza Dante, dove verranno allestiti la linea di tiro, bersagli, archi, frecce e uno stand dove poter ricevere informazioni utili riguardo la nostra disciplina.
Il camp del tiro con l’arco si troverà vicino a quelli della pallavolo e della pallacanestro e FITARCO Trento provvederà a portare i tecnici delle Società della Provincia e gli atleti che si metteranno a disposizione delle numerosissime presenze previste in loco in quei giorni.
In ogni giornata sarà quindi possibile provare a fare centro andando sulla linea di tiro seguiti da personale qualificato, oltre che conoscere in ogni dettaglio le peculiarità del tiro con l’arco, “il più antico degli sport moderni”, dai tipi di archi alle diverse discipline arcieristiche.

Ma non finisce qui, perché oltre alle prove pratiche, ci sarà anche la possibilità per conoscere da vicino alcuni dei migliori arcieri della Nazionale. Saranno infatti presenti nello stand gli azzurri “di zona”, come gli avieri Amedeo Tonelli, Jessica Tomasi ed Elena Tonetta per la divisione olimpica, la pluridecorata azzurra Eleonora Strobbe, specialista dell’arco nudo nel tiro di campagna e i compoundisti Jesse Sut, Viviano Mior ed Elisa Roner, quest’ultima fresca vincitrice del bronzo iridato ai Mondiali Giovanili di Madrid. I campioni di “casa” saranno protagonisti in vari momenti sia giovedì 10 che venerdì 11 ottobre. Il primo giorno di festival tutti i partecipanti potranno “sfidare” Amedeo Tonelli ed Elena Tonetta a partire dalle 14, mentre alle 17 sarà Show time con Viviano Mior, Elisa Roner e Jesse Sut. Venerdì dalle 15 nell’area del tiro con l’arco sarà possibile ammirare Viviano Mior, Elisa Roner, Eleonora Strobbe e Jessica Tomasi.

Insieme a loro, nella giornata di sabato 12 ottobre, ci saranno a partire dalle ore 10,30 il campione paralimpico Alberto Simonelli, che questa estate ai Mondiali in Olanda ha ottenuto il pass per Tokyo 2020 dopo aver vinto il bronzo individuale a Pechino 2008 e a Rio 2016 insieme al consigliere federale Oscar De Pellegrin (che a Londra 2012 chiuse la carriere come portabandiera dell’Italia vincendo l’oro individuale), che si intratterranno per un talk insieme alle azzurre titolari ai Mondiali di ‘s-Hertogenbosch e ai Giochi Europei di Minsk: Lucilla Boari e Tatiana Andreoli delle Fiamme Oro, rispettivamente argento e oro ai Giochi Europei (per Boari anche oro mixed team a Minsk che è valso la qualificazione Olimpica dell’Italia nel femminile), con Vanessa Landi, dell’Aeronautica Militare, che questa estate ha ottenuto il bronzo a squadre miste ai Mondiali insieme a Mauro Nespoli.

Domenica 13 ottobre altra giornata con i campioni azzurri. Ad essere presenti al Camp gli avieri Marco Galiazzo (oro individuale ad Atene 2004, oro a squadre a Londra 2012 e argento a squadre a Pechino 2008), Mauro Nespoli (oro a squadre a Londra 2012, argento a squadre a Pechino 2008, vincitore questa estate dell’argento nella finale di Coppa del Mondo che, grazie al 4° posto ai Mondiali, ha ottenuto il pass maschile dell’Italia per i Giochi di Tokyo 2020) e David Pasqualucci (oro a squadre ai Mondiali di Città del Messico 2017 con Nespoli e Galiazzo). Anche per loro è previsto dalle ore 10,30 un talk di approfondimento sul tiro con l’arco e un momento ludico nel quale proveranno a far fare centro ai campioni di altre discipline sportive.

Insomma, saranno quattro giorni sicuramente interessanti, dove sarà possibile conoscere in profondità il nostro sport, provarlo concretamente e ricevere consigli dai campioni di una Nazionale che continua a mietere successi internazionali da molti anni questa parte. (Fonte FITARCO)

,