TOP-MENU

Nespoli

TIRO CON L’ARCO. INTERNATIONAL ANTALYA CHALLENGE: GLI AVVERSARI DEGLI AZZURRI

Oltre cento arcieri sono pronti a volare ad Antalya, in Turchia, per l’International Challenge, prima gara all’aperto del 2020. La stagione è stata bloccata a causa della pandemia, ma da venerdì a domenica il tiro con l’arco proverà a tornare in gara per dare un segnale di ripartenza. In totale saranno 13 le Nazioni rappresentate, l’Italia sarà in campo con ben nove atleti tutti dell’arco olimpico. Numerose anche le delegazioni di Polonia, Spagna, Russia e Turchia e proprio da queste ultime due Nazionali arrivano gli arcieri più forti con cui gli azzurri si dovranno confrontare.

LA GARA MASCHILE – Ad Antalya gli occhi di tutti saranno puntati su Mauro Nespoli che arriverà in Turchia forte del suo quarto posto del ranking mondiale. Tra gli sfidanti più accreditati c’è il padrone di casa Mete Gazoz, ventunenne che è già quinto del mondo e l’anno scorso è arrivato due volte sul podio nelle tappe di Coppa del Mondo di Berlino e Antalya conquistando così un posto nelle finali di Mosca. Da tenere d’occhio anche il compagno di squadra Samet Ak che a soli 19 anni ha già partecipato da titolare a tutte le tappe della scorsa World Cup. Dalla Moldavia arriva Dan Olaru (23 anni) e numero 26 del mondo, la Russia schiera il numero 22 del ranking Artem Makhenko, protagonista delle ultime finali di Coppa del Mondo, e il numero 27 del mondo Galsan Bazrzhapov. Giovani alla ribalta nella Slovenia e nella Spagna, le speranze delle due nazionali sono riposte soprattutto in Gasper Strajhar e Daniel Castro, rispettivamente 22 e 23 anni.

LA GARA FEMMINILE – In campo femminile le rivali con il palmares più importante arrivano dalla Russia. Iscritte alla gara ci sono infatti Ksenia Perova, numero 8 del mondo, campionessa iridata nel 2017 e titolare a Rio 2016, insieme a Sayana Lee, dodicesima nel ranking e finalista di Coppa del Mondo l’anno scorso grazie anche al brillante argento ottenuto proprio nella tappa di Antalya. Da non sottovalutare anche Inna Stepanova. La Turchia schiera le giovani, 21 anni entrambe, e già titolari agli ultimi Mondiali Yasemin Anagoz e Gulnaz Coskun, rispettivamente numero 30 e 48 del mondo.
Tra le fila della Danimarca spicca la presenza di Maja Jager, venticinquesima della classifica mondiale, mentre dalla Moldavia ci sarà la titolare degli ultimi due Mondiali Alexandra Mirca (38 del mondo). (Fonte FITARCO)

Le foto presenti su La Dea della Caccia sono in parte prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione potranno segnalarlo alla redazione - info@ladeadellacaccia.it - che provvederá prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.