TOP-MENU

Paoli

TIRO CON L’ARCO. INTERNATIONAL ANTALYA CHALLENGE, PAOLI D’ARGENTO E BOARI DI BRONZO

La Nazionale olimpica conquista due medaglie all’International Antalya Challenge, prima gara internazionale per gli azzurri in questo 2020 in cui il calendario è stato stravolto dall’emergenza COVID-19. La competizione in Turchia, fortemente voluta da World Arcery per dare un segnale di ripartenza in sicurezza, ha visto gli azzurri assoluti protagonisti. Alessandro Paoli sale sul secondo gradino del podio, superato in finale dal russo Artem Makhnenko per 6-4 al termine di una battaglia durata cinque volée. Bronzo per Lucilla Boari che nella sfida per il terzo posto ha la meglio sulla compagna di Nazionale Chiara Rebagliati per 7-1. Si ferma ai piedi del podio la corsa di Federico Musolesi, battuto 7-1 dal russo Galsan Bazarzhapov.

ARGENTO PER PAOLI – Perde 6-4 la finalissima dell’arco olimpico maschile, dopo un match molto equilibrato, l’azzurro Alessandro Paoli contro il russo Artem Makhenko. L’italiano vince il primo set 27-26 poi subisce il ritorno dell’avversario che si prende le due volée successive 27-25 e 29-28 portandosi sul 2-4. Il giovane arciere della Nazionale però non si arrende e con il 28-26 della quarta tornata di frecce si guadagna il 2-2 rimandando tutto alla quinta e decisiva volée. L’azzurro mantiene alta la media con due “10” e un “9”, ma Makhenko la spunta piazzando tre frecce sul “10” che valgono il 6-4 conclusivo.

BOARI DI BRONZO – La finale per il bronzo femminile arco olimpico dell’International Antalya Challenge è tutta azzurra grazie alle ottime prestazioni azzurre di ieri. Lucilla Boari sfida Chiara Rebagliati e alla fine si prende la medaglia grazie al risultato finale di 7-1. La titolare di Rio 2016 vince il primo set 27-26, la ligure prova a rialzarsi pareggiando il secondo 27-27, ma poi si ritrova sotto 5-1 perché la compagna di squadra vince 26-22 la terza volée. Si arriva così alla quarta tornata di frecce in cui Boari chiude la partita con l’ultimo parziale 28-26.

MUSOLESI QUARTO – Si ferma ai piedi del podio Federico Musolesi che si arrende nella finale per il terzo posto del ricurvo maschile al russo Gaslan Bazarzhapov 7-1. L’andamento della gara è molto simile a quello della finale per il terzo posto femminile. Il sovietico si porta subito avanti (27-23), Musolesi pareggia il secondo set (26-26) ma non riesce più ad arginare l‘avversario che vince le successive volée 28-27 e 27-25. (Fonte FITARCO)

Le foto presenti su La Dea della Caccia sono in parte prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione potranno segnalarlo alla redazione - info@ladeadellacaccia.it - che provvederá prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.