TOP-MENU

tiratrici

TIRO CON L’ARCO. UNIVERSIADI 2019: OGGI L’ESORDIO DELL’ARCO

Partono oggi le gare di tiro con l’arco in programma alle Universiadi. Si inizia con le qualifiche, poi due giorni di scontri e venerdì e sabato le finali per tutte le medaglie che saranno tirate nella splendida cornice dei Giardini della Reggia di Caserta.
Otto gli azzurri scelti dallo staff della Nazionale per la competizione che saranno accompagnati in qualità di tecnico da Natalia Valeeva, che prima di passare dietro al linea di tiro, è stata una delle atlete più vincenti di sempre. Fari puntati soprattutto nell’olimpico su Chiara Rebagliati e Tanya Giaccheri che domenica hanno vinto l’oro a squadre nella quarta tappa di Coppa a Berlino, un successo che alle azzurre mancava da dieci anni, e nel compound su Viviano Mior e Sara Ret titolari ai Mondiali di ‘s-Hertogenbosh.

IL PROGRAMMA DI GARA
Definito nei dettagli il programma di gara. Ieri gli azzurri erano in campo per i tiri di prova, oggi il via ufficiale alla gara con le frecce di ranking round. Mercoledì ad Avellino andranno in scena gli scontri individuali fino ai quarti di finale mentre il giorno dopo toccherà alle quadre e ai mixed team scendere in campo per giocarsi tutti i match fino alle semifinali. Particolarità di queste Universiadi saranno le gare a squadre con ogni Nazionale che sarà composta da due atleti e non da tre come avviene solitamente nelle gara arcieristiche di livello internazionale. Venerdì e sabato saranno i giorni conclusivi con le gare che si trasferiranno nei giardini della Reggia di Caserta per assegnare tutte le medaglie del tiro con l’arco, in programma oltre ai match per salire sui podi anche le semifinali individuali. Venerdì tireranno i compound, sabato gli arcieri del ricurvo.

GLI AZZURRI 
Nell’arco olimpico spazio allo junior Matteo Santi, atleta umbro degli Arcieri Città di Terni, classe ’99, che vanta il bronzo a squadre agli Europei Indooor di Samsun (Tur) del febbraio scorso e la partecipazione ai Campionati Mondiali specialità Tiro di Campagna di Cortina D’Ampezzo del 2018. Al suo fianco ci sarà Paolo Ralli, bergamasco di Urgnano, classe ’94, in forza agli Arcieri DLF Voghera, la società dove è cresciuto e tuttora si allena quando non è in raduno con la Nazionale l’Olimpionico Mauro Nespoli. Per Ralli sarà un vero e proprio esordio in maglia azzurra quello dell’Universiade.
Nell’olimpico femminile a difendere la maglia azzurra ci saranno Tanya Giada Giaccheri e Chiara Rebagliati che arriveranno direttamente da Berlino, dove domenica hanno vinto l’oro a squadre femminile insieme ad Elena Tonetta, un successo del in genere in Coppa del Mondo mancava alla Nazionale femminile da dieci anni. La prima, tesserata per l’Aeronautica Militare, classe ’98 di Meda, ha vissuto da protagonista tutte le più importanti manifestazioni giovanili a livello internazionale: tra queste, anche i Giochi Olimpici Giovanili di Nanchino nel 2014. Per lei la soddisfazione di esordire all’Universiade dopo una vittoria in Coppa del Mondo. Oltre tutto per Tanya è la seconda apparizione in una tappa di World Cup e la prima era stata sempre nella tappa ospitata dalla capitale tedesca, nel 2018. La stessa soddisfazione la vivrà Chiara Rebagliati, savonese classe ’97, che ha vissuto un momento eccellente in terra tedesca al suo secondo anno da senior. Ottimi i suoi risultati a livello giovanile: nel 2016 si è infatti laureata campionessa del mondo tiro di Campagna individuale e a squadre a Dublino mentre, in questa stagione, ha già vestito la maglia dell’Italia agli Europei Indoor.

Nel compound ci sarà una delle punte di diamante della Nazionale maggiore: Viviano Mior, classe ’97 di San Vito al Tagliamento, in forza al Kosmos Rovereto. Il suo 2019 è stato brillante con la convocazione per i Mondiali di ‘s-Hertogenbosh preceduta dalla vittoria dell’oro a squadre nella prima tappa di Coppa del Mondo a Medellin. Nella sua bacheca c’è anche un argento ai Mondiali Indoor di Yankton del 2018. L’altro compoundista azzurro sarà lo junior Alex Boggiatto, atleta classe ’99 di Alpignano in forza agli Arcieri Collegno,  vice campione europeo indoor a squadre in carica nella sua categoria dopo essere salito sul podio alla rassegna continentale di febbraio a Samsun (Tur) e argento a squadre nel 2018 agli Europei Giovanili di Patrasso (Gre).

Al femminile fari puntati su Sara Ret, in pianta stabile nella Nazionale maggiore da ormai un anno e  lo dimostrano la convocazione ai Mondiali dello scorso giugno in Olanda e il bronzo a Medellin durante la prima tappa della Coppa del Mondo 2019. La sua annata è stata impreziosita anche dall’argento a squadre agli Europei Indoor di Samsun (Tur), dopo che lo scorso anno aveva vinto nella sua ultima gara da junior il titolo iridato ai Mondiali Campagna di Cortina d’Ampezzo.
Sempre nel compound tirerà anche Eleonora Grilli (C.A.M. – Compagnia Arcieri Monica) all’esordio con la Nazionale maggiore dopo aver vestito l’azzurro durante la European Youth Cup di Catez nel 2018.Sara Ret, insieme ad Alex Boggiatto, Chiara Rebagliati e Tanya Giaccheri sono tutti universitari che studiano presso il College Sportivo dell’Università degli Studi dell’Insubria a Varese.

GLI AVVERSARI
Tra gli avversari degli azzurri ci saranno sulla linea di tiro arcieri di primissimo piano. Numerosi per esempio i fuoriclasse della Corea del Sud. Tra questi il compoundista n.4 al mondo Kim Jongho, fresco del titolo iridato a squadre e squadre miste e bronzo individuale ai recenti Mondiali in Olanda, affiancato da due fuoriclasse della disciplina olimpica: la campionessa a squadre a Rio 2016 Choi Misun, uscita col bronzo individuale dal Mondiale di ‘s-Hertogenbosch e la n.1 del ranking mondiale e vincitrice del titolo iridato a squadre miste, argento a squadre e individuale, Kang Chae Young.
Un’altra atleta n.1 del ranking mondiale, ma nella divisione compound, scenderà in campo con la maglia della Turchia: è Yasim Bostan, vicecampionessa mondiale nel 2017, ha vinto il circuito di coppa del mondo nel 2018 e il titolo europeo a squadre dove ha avuto la meglio in finale proprio nei confronti dell’Italia. A Berlino, sabato scorso ha vinto l’oro a squadre compound.
Anche la Russia porterà sulla linea di tiro alcuni dei suoi migliori atleti, come il compoundista Anton Budaev, n.8 del ranking mondiale e l’atleta del ricurvo che ottenuto il bronzo a squadre all’Universiade del 2017 e l’oro individuale ai Mondiali Universitari del 2016 che sarà in squadra con Erdeem Irdyneev, argento a squadre e bronzo a squadre ai Mondiali Giovanili di Rosario 2017. Per gli Stati Uniti invece occhi puntati sulla giovane compoundista Cassidy Cox, che ha vinto l’argento a squadre ai Mondiali in Olanda e l’argento individuale juniores ai Mondiali Campagna di Cortina d’Ampezzo 2018, superata in finale proprio dall’azzurra Sara Ret.
Anche Taipei sarà ben rappresentata. Nel ricurvo scenderà in campo infatti il 21enne Tang Chih-Chun che, dopo aver vinto nel 2017 il titolo iridato giovanile individuale e misto, ai recenti Mondiali in Olanda si è fermato ai piedi del podio mixed team dopo la sconfitta nella finalina che ha portato il bronzo a Mauro Nespoli e Vanessa Landi.
Da annoverare tra i big presenti all’Universiade anche il 22enne moldavo Dan Olaru, n.13 del ranking mondiale che nella tappa di Coppa del Mondo di Berlino, ha superato Mauro Nespoli ed Elena Tonetta nella semifinale del mixed team insieme ad Alexandra Mirca per conquistare l’argento, prima storica medaglia in World Cup per la sua Nazionale.  (Fonte FITARCO)