TOP-MENU

Francesco Bruzzone

TUTELA DEI DIRITTI, BRUZZONE INTERVIENE IN AULA A DIFESA DEI CACCIATORI

Una stoccata in tutela dei cacciatori, quella sfoderata ieri dal Senatore Francesco Bruzzone nel proprio intervento in aula in occasione del dibattito relativo all’ormai famoso DDL Zan.

Nel proprio intervento, il Senatore ligure ha sin da subito evidenziato che ogni forma di odio e violenza ai danni del singolo individuo va perseguita e condannata. Questo concetto – ha spiegato Bruzzone – é un dogma che la politica deve impegnarsi a perseguire, legiferando con attenzione e razionalitá e questo non solo in riferimento ad un disegno di legge che dispone misure di prevenzione e contrasto della discriminazione e della violenza per motivi fondati sul sesso, sull’identitá di genere e sull’orientamento sessuale. Bruzzone ha quindi elencato numerosi esempi discriminatori che pubblicamente e, quasi quotidianamente, subiscono i cacciatori italiani, rappresentati da seicentomila famiglie e da tutto il mondo della cultura rurale ad essi collegato. Cartelloni affissi riportanti frasi che paragonano i seguaci di diana a reietti assassini, programmi radiofonici in cui viene augurata la morte degli stessi tramite il covid, striscioni e siti web carichi di inaccettabili e gratuite offese da parte degli odiatori animalisti, che inneggiano e godono della morte ma che ancora oggi, passano sulla scia dell’ordinarietá. Un fiume d’odio gratuito nei confronti di una categoria che pratica un’attività consentita e regolamentata dalla legge e che si ritrova stanca di subire, verso la quale nessuna proposta di tutela é mai stata discussa all’interno delle aule parlamentari.

 

L’odio è brutto….i cacciatori italiani lo sanno bene…ascoltate fino in fondo e, se ritenete, condividete….

Pubblicato da Francesco Bruzzone su Martedì 20 luglio 2021

Le foto presenti su La Dea della Caccia sono in parte prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione potranno segnalarlo alla redazione - info@ladeadellacaccia.it - che provvederá prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.