TOP-MENU

CONVEGNO DI FEDERCACCIA ANCONA

UN SUCCESSO IL CONVEGNO DI FEDERCACCIA ANCONA

Si è svolto lo scorso 17 giugno il convegno “Una passione antica in un mondo che cambia”, organizzato dalla Federcaccia di Ancona presso la splendida cornice dell’Abbazia di Sant’Urbano Apiro (Macerata), davanti a una platea affollata e attenta agli interventi dei relatori.

Dopo i saluti delle autorità, del presidente provinciale di Ancona Ivo Amico e del Regionale Marche Paolo Antonioni, il prof. Franco Perco, già direttore del parco dei Sibillini, ha tratteggiato, col consueto acume e senza alcuna vis polemica l’attuale situazione della caccia e le prospettive, accennando anche a quelli che in base alle proprie conoscenze ed esperienza ritiene essere indispensabili rimedi urgenti.

Con il suo intervento l’agronomo Valerio Ballerini ha fatto capire con immediatezza e semplicità il difficile e complesso tema di cosa è la biodiversità, mentre Pierfrancesco Gambelli, non solo responsabile delle guardie provinciali, ma anche appassionato e curioso “naturalista”, già cacciatore, ha saputo descrive compiutamente il nostro mondo.

È poi intervenuto il Presidente del Club italiano del colombaccio, Francesco Paci, che con la sua storia vissuta di caccia alle palombe, ha riconfermato il significato di passione autentica, correttezza e rispetto per antiche e sempre valide tradizioni che il Club e gran parte del mondo venatorio incarna.

L’assessore regionale alla caccia Moreno Pieroni ha descritto gli interessanti programmi in cantiere.

Purtroppo assente il prof. Nicolucci (autore dell’interessante volume “Ripensare la 157”), che ha però inviato una interessante memoria sulla vetustà della legge quadro nazionale sulla caccia, con le proposte di modifica.

Presente il vice Presidente Nazionale Massimo Buconi, che da appassionato cacciatore e profondo conoscitore della nostra realtà, ha riportato “vizi e virtù” del mondo venatorio e della classe politica, sottolineando ciò che dovrebbe essere fatto ma che purtroppo spesso viene tralasciato, e il ruolo della Federazione Italiana della Caccia per la promozione e la tutela di tutte le forme di caccia.

Un ringraziamento infine, da parte degli organizzatori per la disponibilità di Valter Trocchi e di Daniel Tramontana dell’ufficio tecnico FIdC, purtroppo inficiata da una serie di noiosi e imprevedibili contrattempi.

, ,

Le foto presenti su La Dea della Caccia sono in parte prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione potranno segnalarlo alla redazione - info@ladeadellacaccia.it - che provvederá prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.