TOP-MENU

storno

VENETO. BERLATO (FDI-MCR): “AZIONE CONGIUNTA TRA CONSIGLIO REGIONALE DEL VENETO E PARLAMENTO ITALIANO SU CACCIE IN DEROGA”

“Il Consiglio regionale del Veneto, su mia iniziativa in qualità di Capogruppo di Fratelli d’Italia, e il Parlamento italiano, su iniziativa dell’On. Maria Cristina Caretta, Capogruppo di Fratelli d’Italia in Commissione agricoltura alla Camera dei Deputati, hanno attivato un’azione congiunta e convergente per chiedere al Governo l’applicazione delle caccie in deroga a partire dalla stagione venatoria 2018/2019, cosi come previsto dall’art. 9 della Direttiva 2009/147/CE e dall’art. 19bis della legge statale n. 157/92”. Sono le parole del Capogruppo di Fratelli d’Italia in Consiglio regionale del Veneto Sergio Berlato in una nota che così prosegue: “Con l’approvazione odierna da parte del Consiglio regionale del Veneto della Mozione n. 353/2018, presentata da me e dal Consigliere Massimiliano Barison e con l’interrogazione n. 4-00522/2018 presentata in Parlamento da parte dell’on. Maria Cristina Caretta, spetta solo al Governo consentire alle regioni, che ne hanno fatto regolare richiesta entro il 30 aprile u.s., di attivare le cacce in deroga nel rispetto di quanto esplicitamente previsto dall’art. 9 della Direttiva 2009/147/ CE”.

“Adesso non ci sono più né scuse né ostacoli – hanno dichiarato congiuntamente sia il Presidente Sergio Berlato che l’on. Maria Cristina Caretta – chiedendo al ministro leghista dell’agricoltura e caccia Gian Marco Centinaio di permettere alle regioni l’attivazione del regime di deroga gia¿ dalla prossima stagione venatoria, in difesa delle colture agricole ed a tutela delle caccie tradizionali italiane”.

, ,

Le foto presenti su La Dea della Caccia sono in parte prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione potranno segnalarlo alla redazione - info@ladeadellacaccia.it - che provvederá prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.