TOP-MENU

I SINDACI DEL DELTA PO

VENETO. CORAZZARI INCONTRA I SINDACI DEL DELTA PO: “AI COMUNI UN RUOLO DI PRIMO PIANO NELLA GESTIONE DEL PARCO E DELLE AREE CONTIGUE”

Si è svolto nei giorni scorsi presso la sede del Parco Regionale del Delta del Po a Porto Viro, in provincia di Rovigo, un incontro tra l’assessore regionale al territorio e ai parchi, Cristiano Corazzari, il commissario straordinario del Parco, Mauro Giovanni Viti e i sindaci dei Comuni ricompresi nell’area protetta.

Sono stati affrontati tre temi: gli emendamenti alla Legge 394/91 che prevede l’istituzione di un parco unico del Delta, frutto della fusione fra i due parchi regionali attualmente esistenti sulle due sponde del Po; l’istituzione delle aree contigue e della loro gestione; il progetto di legge di riordino del sistema della rete ecologica regionale, attualmente in discussione nella competente Commissione del Consiglio.

Sul primo punto i sindaci hanno manifestato la loro preoccupazione legata alla Governance del parco unico. “I primi cittadini – spiega Corazzari – hanno detto chiaramente che non debbono esserci fraintendimenti sulla natura interregionale del Parco e condivido la loro richiesta di essere parte attiva nella trattativa sulla governance che dovrà decidere organismi, statuto, regolamento, piano ambientale, ecc.”.

Quanto alle aree contigue, i sindaci temono che la loro nascita e successiva regolamentazione pregiudichi notevolmente le attività economiche che ricadono all’interno delle stesse. “Ricordo – precisa Corazzari – che la proposta del Governo per l’istituzione del parco unico prevede che le attuali aree SIC e ZPS siano destinate a diventare aree contigue del parco stesso. La Regione è impegnata a garantire ai sindaci un ruolo di primo piano nella gestione di tali aree sul loro territorio, considerato l’importante riflesso che avranno sulle attività della caccia e della pesca”.

Sul terzo punto, Corazzari ha evidenziato che il disegno di legge di riordino presentato un anno fa dalla Giunta Regionale, già attribuisce ai sindaci compiti determinanti in materia di governance, “tanto che – ha concluso l’assessore – nell’organo esecutivo è prevista la presenza di quattro sindaci su cinque componenti”.

, ,

Le foto presenti su La Dea della Caccia sono in parte prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione potranno segnalarlo alla redazione - info@ladeadellacaccia.it - che provvederá prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.