TOP-MENU

provincia di belluno

VENETO. PROVINCE: NEL RIORDINO FUNZIONI CACCIA E PESCA RICONOSCIUTA LA SPECIFICITÀ BELLUNESE

Nella nuova legge relativa al riordino delle funzioni provinciali in materia di caccia e pesca, approvata oggi dal Consiglio regionale del Veneto, è previsto il conferimento di specifiche funzioni alla Provincia di Belluno. Lo sottolinea l’assessore regionale alla specificità bellunese, Gianpaolo Bottacin.
“Al territorio bellunese è stata riconosciuta massima autonomia, a differenza di tutte le altre province del Veneto”, precisa Bottacin.
“Si tratta – mette in luce l’assessore bellunese – di un riconoscimento integrale delle richieste del territorio sia per ciò che riguarda la caccia che per la pesca, con un’attenzione che, aldilà delle chiacchiere, è stata riservata solo a Belluno proprio per la sue particolarità”.
Per entrambe le discipline, il testo esplicita che la Provincia di Belluno partecipa al procedimento di formazione dei documenti di programmazione e pianificazione regionale, inclusi gli indici di densità venatoria, mediante la presentazione di proposte relative al proprio territorio approvate dal competente organo provinciale, che devono essere obbligatoriamente recepite nei pertinenti atti regionali.
Il capo IV della nuova legge di riordino specifica poi che, solo relativamente al Bellunese, spettano alla Provincia, in luogo della Giunta regionale, le funzioni relative alla gestione dell’attività faunistico venatoria; all’individuazione delle zone in cui possono essere collocati gli appostamenti; alla determinazione della densità venatoria dei singoli Comprensori alpini, entro i limiti previsti dalla pianificazione faunistico-venatoria; alla pubblicazione e divulgazione del calendario venatorio regionale e alla sua integrazione; all’emanazione, per il territorio di riferimento, di disposizioni integrative ed attuative del provvedimento della Giunta regionale; al controllo della fauna selvatica.
In materia di pesca vengono riconosciute alla Provincia di Belluno, in luogo della Giunta regionale, le funzioni relative alla gestione dell’attività di pesca dilettantistico sportiva; all’emanazione di disposizioni integrative ed attuative del regolamento regionale; alla gestione delle concessioni di pesca sportiva; alla gestione degli obblighi ittiogenici.
“Per un massimo coinvolgimento del territorio – prosegue Bottacin – abbiamo anche previsto che la Provincia di Belluno, nello svolgimento delle diverse attività a lei delegate in materia di caccia e pesca, dovrà assicurare il coinvolgimento delle associazioni e degli organismi di rappresentanza del settore”.
“Un passo alla volta, continua il percorso di riconoscimento della autonomia di Belluno – conclude Bottacin – Un percorso che prosegue spesso sotto voce, ma con atti concreti che, come la legge approvata oggi dimostra, danno la misura dell’attenzione che la Regione dedica alla montagna e alla sua provincia totalmente montana”.

, , ,

Le foto presenti su La Dea della Caccia sono in parte prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione potranno segnalarlo alla redazione - info@ladeadellacaccia.it - che provvederá prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.