TOP-MENU

VIDEOINTERVISTA A DALL’OLIO: CACCIA SOSTENIBILE? FACILE A DIRSI. SPERIAMO TUTTI NELLA MODIFICA ALLA 157

VIDEOINTERVISTA A DALL’OLIO: CACCIA SOSTENIBILE? FACILE A DIRSI. SPERIAMO TUTTI NELLA MODIFICA ALLA 157

Nel contesto di un’assemblea, quella nazionale di Federcaccia, che sta procedendo nel migliore dei modi, l’intervista della Dea al presidente Gian Luca Dall’Olio. L’assemblea è iniziata con l’onorificenza di “cacciatore gentiluomo” ad un grande dell’attività venatoria e della caccia italiana, Michl Ebner. “Non soltanto grande come cacciatore” specifica Dall’Olio “ma rispettabilissimo come uomo politico, in quanto da anni, oltre ad aver partecipato, già nel ’92 come deputato del Sud Tirolo, alla modifica allora della legge sulla caccia, quindi addivenendo all’approvazione della 157, in seguito si è distinto per tutto l’impegno che ha posto nell’Intergruppo Caccia, Pesca e Attività rurali e nel Parlamento europeo“. Un esempio, Michl Ebner, di cacciatore attivo e impegnato, spunto per tutta la categoria, come ci conferma il presidente dall’Olio: “Da anni i contenuti del linguaggio di Ebner dovrebbero essere un riferimento per tutti i cacciatori italiani e soprattutto per chi, come noi dirigenti, deve condurre una partita, espressa in termini di confronto politico, con Stato, Regioni e Province“.

L’idea di una caccia sostenibile, molto facile a dirsi, specifica il presidente, “ma che dovrebbe compenetrare un po’ meglio la sensibilità, la cultura e la dialettica del confronto del mondo venatorio italiano“, dovrebbe infine essere interiorizzata dalle stessi istituzioni. Infatti, l’augurio di Dall’Olio ai federcacciatori è che, con l’anno nuovo, si possa festeggiare “un’attesissima, anche complicatissima e difficilissima, modifica della 157, almeno nelle parti che necessitano di modifica, cioè quelle che sono oltremodo sostenibili da tutte le parti sociali interessate”.

il video

Intervista di Daniele Ubaldi

, , , , ,