TOP-MENU

Face logo

VOTO POSITIVO SUL COMMERCIO DI SPECIE SELVATICHE DA PARTE DEL PARLAMENTO EUROPEO

Bruselles, 9 giugno 2021 – Il commercio sostenibile, legale ed equo di specie selvatiche può essere una potente soluzione basata sulla natura per affrontare la doppia sfida del miglioramento dei mezzi di sussistenza rurali e della conservazione della diversità biologica (IUCN). Tuttavia, ci sono continui tentativi da parte delle organizzazioni per i diritti degli animali di ridurre o limitare il commercio di animali selvatici per ragioni ideologiche. Questo era evidente nella bozza di risoluzione del Parlamento europeo sulla Strategia dell’UE per la biodiversità per il 2030, che chiedeva “il divieto totale e immediato a livello europeo di commercio, esportazione o riesportazione all’interno dell’UE e verso destinazioni al di fuori dell’UE dell’avorio, e ha chiesto “restrizioni simili per altre specie in via di estinzione”.

La FACE è lieta di comunicare che l’8 giugno 2021, la maggioranza dei deputati (336) ha votato a favore di un emendamento (n. 24) per aggiungere la parola “commerciale” garantendo che il testo non limiti il commercio legale e sostenibile di specie selvatiche. Questo emendamento chiave garantisce che il quadro esistente per il commercio di specie selvatiche possa continuare per scopi importanti come la scienza, la conservazione, l’istruzione e la ricerca.

La FACE ha seguito i negoziati su questo dossier, iniziati subito dopo la pubblicazione della Strategia dell’UE sulla biodiversità per il 2030 nel maggio 2020. Il presidente di FACE, Torbjörn Larsson, ha sottolineato l’importanza di questo voto affermando:

“Il Parlamento Europeo ha inviato un forte segnale sul fatto che non dovrebbero esserci restrizioni ingiustificate al commercio di animali selvatici, comprese quelle sulla circolazione dei trofei di caccia”.

Il Presidente FACE ha espresso il suo sostegno ai deputati, che hanno presentato l’emendamento e votato a favore. Ha anche ringraziato i partner internazionali di FACE, tra cui l’International Council for Game and Wildlife Conservation (CIC), il Safari Club International (SCI) e la Nordic Hunters’ Alliance per il loro importante contributo.

,

Le foto presenti su La Dea della Caccia sono in parte prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione potranno segnalarlo alla redazione - info@ladeadellacaccia.it - che provvederá prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.